AS ROMA

Roma, da Fonseca a Calafiori: tutti pazzi per il primato «Ora pensiamo al Sassuolo»

Venerdì 4 Dicembre 2020

La Roma cancella la figuraccia di Napoli e conquista il primo posto nel gruppo A. Contenti i Friedkin in tribuna e Fonseca in panchina, ma forse un pò più felice degli altri sarà Calafiori per il primo gol con la maglia giallorossa. «Difficile immaginarlo più bello. Emozione unica. Col pubblico sarebbe stato meglio, ma mi accontento» ha detto il terzino nel post-partita. Il tecnico portoghese, invece, si è soddisfatto di esser tornato alla vittoria dopo la sconfitta di Napoli. «È stato un giorno difficile ma è importante superarlo e lo abbiamo fatto. Siamo forti, stiamo giocando bene e un risultato non può minare la fiducia» ha aggiunto Fonseca. Intanto continua a dare i suoi frutti anche il turn over e l'allenatore spiega: «Quando cambio è perché ho fiducia nei giocatori. Oggi tutti hanno capito che è importante fare bene quando giocano. Ciò mi porta a dare più fiducia a chi non ha giocato tanto perché permette di aumentare la competitività all'interno della rosa». Fonseca fa anche il punto sugli infortunati: «Sarà difficile recuperare Smalling. Valutiamo la situazione di Veretout, mentre Kumbulla e Fazio non sono al top, ma vediamo domani come staranno». Chi, invece, è in grande forma è Borja Mayoral. «Ha lavorato molto per la squadra, sta crescendo giorno dopo giorno» ha confessato Fonseca che può contare anche su un Bruno Peres in netto miglioramento. Il brasiliano nel post partita ha parlato della sua situazione contrattuale: «In questo momento sto pensando solo a fare bene e a dare il massimo insieme ai compagni. Credo che sto cercando di fare il mio meglio, il contratto è un altro discorso non ci sto pensando. Sono contento che mentalmente sono cambiato»


© RIPRODUZIONE RISERVATA