Roma Primavera, De Rossi ai saluti. Idea Aquilani per sostituirlo

Roma Primavera, De Rossi ai saluti. Idea Aquilani per sostituirlo
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Maggio 2022, 08:27

Dopo tante indiscrezioni, poi disattese, stavolta dovrebbe essere la volta buona. Alberto De Rossi, al termine della stagione, farà un passo indietro lasciando la guida della Roma Primavera. Il tecnico è al servizio del club da 28 anni e dal campionato 2003/04 ha guidato i giovani giallorossi conquistando 3 scudetti, 2 coppe Italia e 2 Supercoppe italiane. Aveva rinnovato il contratto lo scorso anno per una sola stagione che ha chiuso da primo in classifica con 71 punti a 7 lunghezze di distacco dall'Inter e portando la squadra ai play-off. Ed è forse uno strano gioco del destino quello che gli ha riservato l'ultima giornata di campionato, nella quale ha affrontato la Fiorentina di Alberto Aquilani vincendo 4-1, prendendosi la rivincita per il ko in coppa Italia. Sarebbe infatti proprio l'ex centrocampista, adesso diventato allenatore, l'uomo in lizza per prendere il suo posto. Alberto è rimasto sempre legato ai colori giallorossi.

A Trigoria è cresciuto, maturato e diventato famoso. I rapporti con Bruno Conti sono ottimi ma non sono da meno anche quelli con José Mourinho al quale ha affittato la sua casa ai Parioli. Sono proprio loro a vedere di buon occhio il suo ritorno. Alberto rappresenta la prima scelta. In lizza però c'è anche Federico Guidi - ex tecnico della Primavera viola - una carta di riserva preparata da Vincenzo Vergine (responsabile del settore giovanile) che avrebbe piacere di tornare a lavorare con un allenatore con il quale ha condiviso successi in passato. Aquilani è consapevole che il ciclo con la Fiorentina è praticamente chiuso dopo averla portata a vincere quattro trofei (tre Coppa Italia e una Supercoppa) in meno di due anni. È alla guida dei toscani dall'agosto del 2020 dopo l'esperienza in Under 18 e l'affiancamento a Iachini in Prima squadra. Adesso per lui è arrivato il momento di fare il salto di qualità. Sono arrivate delle proposte da alcuni club di Serie B, ma se dovesse chiamare la Roma sarebbe molto difficile dire di no. Anche a Firenze ne sono consapevoli: «Con lui abbiamo un rapporto straordinario - ha confidato a Sportitalia il ds delle giovanili viola Angeloni - Se dovesse quindi capitargli una buona opportunità, lo accontenteremo sicuramente». Ecco perché rivederlo vestire nuovamente giallorosso è più di una suggestione. Lunedì ha ricevuto il premio Maurizio Maestrelli assieme al dg Tiago Pinto (non presente in loco ma in collegamento via skype): «Abbiamo scelto Mourinho che al di là di esserebravo, ha dato molta importanza al settore giovanile. In Italia c'è molto talento e noi dobbiamo solo creare la strada giusta per fare arrivare questi ragazzi in prima squadra». Il ritorno a casa di Alberto ne sarebbe la conferma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA