Roma, Petrachi pronto a riscattare Smalling. L'intermediario conferma: «Decisiva la volontà del difensore»

Lunedì 18 Novembre 2019 di Gianluca Lengua
I dubbi di inizio stagione si sono trasformati in certezze: Chris Smalling ha conquistato i tifosi della Roma e tutti gli addetti ai lavori a Trigoria. La sua serietà negli allenamenti e le prestazione da 7 fisso in pagella hanno fatto scordare Manolas, oltre a rendere più competitivo l’intero reparto difensivo. È stata talmente positiva la sua prima esperienza in Italia che Petrachi sta lavorando con il Manchester United per l’acquisto a titolo definitivo (per il momento è in prestito a 3 milioni): «La trattativa c’è, ma si attendono risposte e conferme», ha detto Tiziano Pasquali a Nsl Radio, l'intermediario che ha curato il trasferimento nella Capitale. Una trattativa che sta conducendo il il direttore sportivo e che a gennaio potrebbe già sbloccarsi: «Sarà determinante la voglia del calciatore di restare o meno. All’inizio non aveva trovato molto spazio, ora invece Roma è diventata una vera benedizione. L’obiettivo è giocare con continuità e tornare in Nazionale». La Roma sarebbe pronta a pagarlo 10 milioni di euro più bonus, mentre gli inglesi ne avrebbero richiesti 15 di parte fissa più 3 di bonus: «È un giocatore importante, dovevamo solo capire se a livello tattico e tecnico poteva adeguarsi al calcio italiano, ma lui si è adattato benissimo perché ha avuto una grande capacità di lettura del gioco e dell’anticipo. È stata anche per me una sorpresa il suo rendimento. In Italia tutti cercano un pressing alto ma Chris ha dimostrato di avere le giuste qualità per contrastare questa metodologia. Se ricorda Benatia? Decisamente sì». Ultimo aggiornamento: 19:57


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma