ROMA

La Roma ricomincia dal Milan, la Juve con l'Empoli e la Fiorentina con il derby

Venerdì 17 Gennaio 2020 di Giuseppe Mustica
La prima di ritorno potrebbe davvero sparigliare le carte in tavola. E il perché è presto detto: la Juve capolista andrà ad Empoli contro una squadra che attraversa un grande momento di forma. La Fiorentina sarà impegnata nel derby contro la Florentia. E la Roma renderà visita al Milan. C’è tanta carne al fuoco nel prossimo turno di serie A femminile. Ma andiamo con ordine. E partiamo dall’impegno della squadra di Betty Bavagnoli – posticipo lunedì alle 12:30 – in trasferta contro il Milan di Maurizio Ganz. Due squadre che vivono due momenti opposti. Le giallorosse gasate e che vengono da quattro vittorie consecutive. Le rossonere quarte in classifica che, anche se hanno una partita da recuperare, non possono migliorare la loro posizione. Sarà una partita aperta a qualsiasi risultato. Ma, in questo momento la squadra capitolina è favorita. Leggermente. Ma lo è. 

Non sarà un impegno facile quello della Juve. Già all’andata, l’Empoli, al debutto nella massima serie, aveva dato filo da torcere alle bianconere. E, al giro di boa, le toscane hanno guadagnato in autostima e soprattutto vengono dalla vittoria in trasferta sul campo del Milan. È uno degli ostacoli più difficili, in questo momento, per la capolista. Il girone di ritorno sarà durissimo. E inizia proprio col botto.

All’andata la Fiorentina vinse senza problemi. Ma la Florentia è cresciuta molto in questi mesi ed ha già battuto Roma e Milan. Vorrà prendersi anche un rivincita sulla squadra di Cincotta. Ma le viola non vogliono perdere il secondo posto in classifica e faranno di tutto per regalare l’ennesima soddisfazione al presidente Commisso.

Impegno ostico anche per l’Inter che deve obbligatoriamente invertire la rotta dopo gli ultimi risultati deludenti. A Verona, contro un Hellas in crisi, la squadra di Sorbi ha un unico risultato a disposizione: la vittoria. Dall’altra lato le ragazze veronesi sono state criticate aspramente dal proprio tecnico Bonazzoli dopo l’ultima deludente prestazione. Entrambe le squadre hanno assoluto bisogno di punti. 

Chiudono il quadro Sassuolo-Bari, con le neroverdi che sono favorite e Tavagnacco-Orobica, le ultime della classe. Una sconfitta – sia in un caso che nell’altro – vorrebbe quasi dire retrocessione. 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma