La Roma batte il Milan 2-0: giallorosse prime a +6 sulla Juve e domenica c'è il big match

La Roma batte il Milan 2-0: giallorosse prime a +6 sulla Juve e domenica c'è il big match
di Giuseppe Mustica
2 Minuti di Lettura
Domenica 4 Dicembre 2022, 16:56 - Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 15:02

Ottava vittoria di fila. Primo posto in classifica con 30 punti dopo 11 giornate, cinque in più rispetto a quelli dello scorso anno. Sei punti di vantaggio sulla Juventus seconda e domenica prossima, al Tre Fontane, è previsto il big match. Nessun ostacolo per la Roma femminile di Alessandro Spugna (cinquantesima panchina giallorossa per lui) che al Vismara batte 2-0 il Milan di Ganz grazie alla doppietta di Manuela Giugliano, ex della sfida, arrivata nel secondo tempo. Una vittoria meritata e mai in discussione: stesso risultato dell'andata e Roma che conquista la prima vittoria esterna della propria storia contro le rossonere. Davvero tutto troppo semplice per una squadra che con la personalità della grande ha messo le tende sin dal primo minuto nella metà campo delle padrone di casa. E non le ha più tolte.

La Roma ha perso una sola partita in questa stagione tra campionato e Champions League: quella d'andata contro la Juventus arrivata anche immeritatamente. Da quel momento in poi quasi cammino netto, con una sola "macchia": il pareggio in Champions contro il Wolfsburg nella gara di Latina. Una Champions che torna subito nei pensieri della squadra giallorossa, visto che giovedì è in programma la quarta giornata del girone con la trasferta in terra tedesca.

Ma torniamo al presente, con la doppietta di Giugliano - prima rete di testa con un inserimento perfetto, seconda col mancino dopo una ribattuta della difesa del Milan - che ha steso la squadra di Ganz che ha cercato di difendersi e ripartire. In nessuno dei due intenti sono riuscite le milanesi, che hanno dato la stessa impressione avuta dopo la gara dell'andata: con questa Roma non c'è paragone. Divario netto, che si vede in campo sin dalle prime battute, sotto tutti gli aspetti: da quello tattico a quello tecnico e finendo anche sotto il profilo della personalità. E la Roma giustamente è prima in classifica. E adesso la coppa. Per sognare il colpaccio esterno che darebbe la certezza dei quarti di finale contro una delle formazioni più forti d'Europa. Troppo? Forse sì. Ma a questa squadra davvero, e lo ribadiamo ancora, nulla sempre impossibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA