Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, Niente offerte, Zaniolo può restare, Wijnaldum o Saul a centrocampo

Georgino Wijnaldum
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Luglio 2022, 07:37 - Ultimo aggiornamento: 07:54

Con Paulo Dybala in attacco José Mourinho dorme sonni sereni. Ha sistemato il reparto offensivo che la scorsa stagione stentava a decollare per l'assenza dei gol di una seconda punta e, ad oggi, può contare anche su Nicolò Zaniolo. Il 22 giallorosso ha accettato la possibilità di restare a Trigoria ancora per un altro anno vista (per ora) l'assenza di offerte rilevanti. Il prezzo del cartellino fissato da Friedkin è di 50 milioni, ma nessuno si è fatto avanti con una cifra che almeno ci si avvicinasse. Nemmeno la Juve, che ci ha provato proponendo Artur più 20 milioni. Una proposta rispedita al mittente che ha indotto il giocatore a puntare con decisione al rinnovo. Se, invece, Cherubini si presenterà da Pinto con il denaro richiesto (anche con la formula del prestito a 10 milioni con obbligo di riscatto a 40 da pagare a rate), il discorso si potrebbe riaprire. Resta aperto il cantiere in mezzo al campo. Il progetto di ristrutturazione tecnica della Roma prevedeva l'acquisto di un attaccante (Dybala) e di un elemento dinamico in mediana che potesse dare imprevedibilità al reparto. Quest'ultimo è il tassello che manca e su cui il club sta lavorando.


GEORGINO E LE CESSIONI
Il nome che circola in queste ore con decisione è quello di Georgino Wijnaldum: il Psg vorrebbe disfarsene definitivamente, ma le cifre non collimano con la disponibilità della Roma. Si tratta di un 31enne che guadagna 9 milioni a stagione (scadenza 2024) che i francesi vorrebbero vendere a 15 milioni. La strada più semplice sarebbe quella del prestito con diritto di riscatto e un contributo del 50% sullo stipendio stellare. L'alternativa sempre viva è quella che riguarda Frattesi: lui ha già un accordo verbale con la Roma, ma la valutazione del Sassuolo è ferma sui 32 milioni. Troppi per i giallorossi che possiedono il 30% del cartellino e che sarebbero pronti a pagarlo 17,5 più Volpato come contropartita.

Torna d'attualità anche il nome di Saul Niguez, centrocampista di cui l'Atletico Madrid vorrebbe disfarsi dopo l'esperienza negativa al Chelsea. Ma lo stipendio di 7 milioni rischia di ostacolare la buona riuscita dell'affare, anche se gli spagnoli hanno aperto al prestito gratuito. Prima dei nuovi arrivi, però, è necessario che vadano in porto le cessioni di Kluivert, Diawara, Villar ed, eventualmente, Veretout. L'ex Fiorentina è stato avvicinato dal Marsiglia di Tudor che lo prenderebbe al posto di Kamara. La trattativa è calda e potrebbe andare in porto nelle prossime settimane. Ieri, invece, il dirigente romanista ha sentito l'Atalanta per Carles Perez (piace anche al Celta Vigo): l'idea è quella di fare uno scambio con Miranchuk, ma la Roma vorrebbe Pasalic che i bergamaschi hanno blindato. Muriel, ora che è arrivato Dybala, sfuma. Tornando a Perez, la sua cessione sbloccherebbe anche l'affare Solbakken. I giallorossi sono forti del sì del calciatore, che però è anche in orbita-Napoli: ieri è stato avvistato alla clinica Villa Stuart per delle visite mediche. Ma non per la Roma.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA