Roma-Lazio, il derby delle occasioni perse

Lunedì 27 Gennaio 2020 di Massimo Caputi
3

Nel derby di ieri, come all’andata, una squadra ha giocato meglio dell’altra, il punteggio è stato lo stesso ma, a differenza dell’andata, il suo peso in classifica ha un peso completamente diverso. Il derby di ieri per certi versi non può accontentare nessuno: la Roma per come lo ha giocato, la Lazio per non averlo fatto. I giallorossi per non aver allungato sull’Atalanta e accorciato sui cugini. I biancocelesti per aver interrotto la serie di vittorie consecutive, aver mancato in anticipo, vista la gara da recuperare, l’aggancio all’Inter e non essersi avvicinata alla Juve caduta a Napoli. Messo da parte il rammarico e le papere dei due portieri, Roma e Lazio hanno comunque molto di positivo da cui ripartire. Fonseca, che ha azzeccato scelte e tattica, può essere più che soddisfatto dell’atteggiamento della squadra: aggressiva, corta e coraggiosa, come vuole lui. Le prestazioni poi di Kluivert e, soprattutto, di Under sono proiezioni incoraggianti per il futuro. Inzaghi, consapevole di quanto sia stata complicata la serata, può rallegrarsi della solidità generale e della tenuta difensiva dei suoi che nella difficoltà non hanno mai mollato, guadagnando un punto prezioso. Definito giustamente d’alta quota, il derby ha confermato che in questo campionato le due romane reciteranno un ruolo da protagoniste.

Ultimo aggiornamento: 16:48


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma