Roma, le pagelle: De Rossi leader, Kolarov da urlo

Domenica 19 Novembre 2017 di Alessandro Angeloni
6

ALISSON 6
Prende un gol su rigore senza mai intervenire seriamente né prima né dopo. Bene con i piedi. Al limite dell’NG.

FLORENZI 6,5
Esce dolorante (ginocchio destro) dopo una prestazione di cuore. E ancora non è al top.

 
MANOLAS 6,5
Veloce, scattante, sempre concentrato nelle chiusure e pure nelle ripartenze. Un’ingenuità (fallo di braccio) rischia di compromettere una prestazione all’altezza e una vittoria meritata.

FAZIO 7
Un trasmettitore sano di serenità. Non sbaglia un intervento, il che non guasta.

KOLAROV 7,5
Prende di petto la partita e i fischi diventano solo rumori di fondo. Rimedia il rigore e gioca a tirare in porta. Soffre un po’ la velocità di Marusic, ma va di esperienza. A brutto muso. Disarmante.

NAINGGOLAN 8
Che dire, impressionante. La sua vita è fatta di strappi continui, a inseguire chiunque gli passi sotto tiro e se non è sotto tiro se lo va a prendere in ogni zona del campo, poi il gol diventa il momento dell’estasi. Alla fine scoppia di passione. Da applausi.

DE ROSSI 6,5
Gestisce il fraseggio e si prende addosso le sofferenze di tutti. Da leader. Ogni tanto stecca la giocata e poi recupera subito. Finisce in apnea, ma ne è valsa la pena, no?

STROOTMAN 6,5
Sembra un ragazzino che deve conquistarsi il posto, correndo qua e là. Si ricordi che si chiama Strootman e tutto tornerà come prima, forse anche meglio. Indomito.

EL SHAARAWY 6
Più quantità che qualità. Si fa notare più per un paio di recuperi che per uno contro uno da urlo. Tutto fa brodo.

DZEKO 6,5
Un gol sfiorato di testa, un altro in girata. Finite le grandi occasioni si mette a fare il maratoneta e fa quasi tenerezza per come pressa de Vrij o addirittura Strakosha. Una rete lo avrebbe fatto sentire meglio, ma resta indispensabile. E fortissimo. Una preghiera: ora il gol non diventi un incubo.

PEROTTI 8
Si mangia il derby e non solo per la rete dal dischetto, ma per come interpreta ogni pallone, ogni stop, ogni scatto. Fa impazzire tutti i difensori della Lazio e quando lo vedi inseguire il terzino, a Di Francesco scende la lacrima sul viso. Sublime.

GERSON 6
Ormai quando entra hai la sensazione di non vedere più il ragazzino in prova, ma un giocatore vero. Utile.

PERES NG

JUAN JESUS NG

DI FRANCESCO 8
La Roma gioca bene e non subisce granché. Voleva il derby e se l’è preso a modo suo. Nella fase di difficoltà si mette a tre dietro e porta a casa una vittoria fon-da-men-ta-le. E’ bravo, ora se ne saranno accorti tutti.

ROCCHI 6,5
Il sig. Var gli dà una grossa mano negli episodi significativi. Il resto lo gestisce come deve. Anche da un punto di vista disciplinare.

Ultimo aggiornamento: 23:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Giovani gamer isolati in casa. E intanto la pasta scuoce

di Raffaella Troili