Roma: Kalinic è smarrito, Diawara mille cose

Venerdì 4 Ottobre 2019 di Alessandro Angeloni
2
MIRANTE 6,5 
Mette una pezza sul retropassaggio lento di Santon e due sul colpo di testa velenoso (deviato da Fazio) di Ritzmaier. Sul gol (molto bello) di Liendl per poco non fa il miracolo. Affidabile.

SANTON 6,5
L’inizio è col brivido, quando decide di appoggiare al rallenty un pallone verso Mirante, mettendolo in crisi. Cresce col passare dei minuti. In discesa.

MANCINI 6
Al centro si soffre su qualche traversone, ma la nottata passa presto. 

FAZIO 6,5
Ne prende qualcuna in più rispetto al suo compare di reparto. Apprezzabili un paio di folate offensive. Prestazione potente.

SPINAZZOLA 5,5
Accende il sorriso dopo un gol da comica (doppio rimpallo di testa), ma è pur sempre un gol. Prestazione, per il resto, discreta qualche spunto e molte palle perse, compresa quella che porta al pari del Wolfsberger. 

DIAWARA 6,5
Il fraseggio non sempre è preciso, qualche break austriaco diventa pericoloso. Ma appare in crescita, tutto sommato. Punto di riferimento.

CRISTANTE 6
Il pressing asfissiante gli toglie fiato e un po’ di lucidità. Serve - nella ripresa - un bell’assist a Zaniolo. Resistente.

KLUIVERT 5,5
La dose di errori e scelte sbagliate è alta, a volte va da solo e si perde. Di buono c’è l’impegno in fase difensiva. E’ un altro rispetto alla passata stagione.

PASTORE 5,5
Il tocco è di livello, brillante qualche pallone mandato in area. I contrasti, l’agonismo? Non sono cose sue. Strozza il tiro del 1-2. Fiducia. 

ZANIOLO 6,5
Lo metti a destra, a sinistra, al centro e lotta, corre come nu centrocampista, si sbatte come un pugile, tira, prova l’assist. Sta bene, si vede. E’ nel pieno del percorso che lo dovrà portare alla conquista del posto “fisso”. Se limitasse certe botte d’agonismo, quantomeno prenderebbe meno ammonizioni inutili e dannose. Una tassa.

KALINIC 5
Fa da boa, si batte ma conclude poco e male. Buono il lavoro in area con conseguente assist per Zaniolo, che sfiora il 2-0. Indietro. 

ANTONUCCI 6
Entra con personalità.

KOLAROV NG
Subito una percussione.

VERETOUT NG
Lui intercetta.

FONSECA 6
Otto cambi rispetto a Lecce. Poteva andare peggio, ma anche meglio. Subisce poco, manca la lucidità in avanti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma