AS ROMA

Roma, Fonseca sbotta: «Quando perdiamo c'è chi cerca di distruggerci». Ripresa il 29 dicembre

Giovedì 24 Dicembre 2020 di Gianluca Lengua
Foto Mancini

Paulo Fonseca si prende la sua rivincita dopo la catastrofe di Bergamo. La Roma ha sconfitto il Cagliari 3-2 e si è portata terza in solitaria in classifica, un risultato che l’allenatore rivendica puntando il dito contro l’ambiente: «Quando perdiamo vogliono distruggerci. Conta mantenere l’equilibrio, se sentiamo sempre quello che gli altri dicono della squadra è difficile mantenerlo. Sono qui da un anno e mezzo, conosco quelli che vogliono il male della Roma, o chi aspetta un momento negativo della Roma per fare male alla squadra. Se sono critiche giuste rispetto il lavoro, ma qui si aspetta sempre che la Roma perda per ‘ammazzarla’ e non è giusto. Prima del campionato nessuno avrebbe creduto a chi diceva che la Roma sarebbe stata terza». L’allenatore ha poi commentato la gara contro il Cagliari di Di Francesco: «Sono soddisfatto, era importante vincere oggi. Non ci sono partite facili dobbiamo lottare fino alla fine per i tre punti. Non è un risultato giusto, potevamo segnare di più e avevamo avuto le occasioni per non avere i problemi del finale di gara. Sono soddisfatto dei ragazzi e per i tre punti». Insolita l’esclusione di Smalling: «Abbiamo avuto una partita intensa con l’Atalanta, volevo far riposare qualche giocatore. Smalling è tornato adesso, per lui è difficile giocarne tanto in questo momento. Oggi era importante avere la palla, Bryan è molto importante per la squadra». Sul finale uno sguardo alla prima parte della stagione: «È stata positiva, siamo terzi e per molti non era un traguardo possibile. La squadra ci ha sempre creduto, anche nei momenti difficili con Napoli e Atalanta: oggi abbiamo dato una buona risposta». Esulta anche Karsdorp che, dopo una prestazione insufficiente con l’Atalanta, questa sera ha inanellato due assist: «Non importa chi fa l’ultimo passaggio. Oggi era importante vincere. Per un calciatore è importante giocare, si prende forma e fiducia: era quello il mio obiettivo, ora potrò dimostrare il mio valore e perché la Roma mi ha acquistato». La Roma riprenderà gli allenamenti in vista della partita contro la Sampdoria (3 gennaio) domenica 29 dicembre. Questa sera in tribuna non era presente il presidente Friedkin e suo figlio Ryan.


© RIPRODUZIONE RISERVATA