AS ROMA

Roma, Fonseca risponde all'agente di Diawara: «Se pensa di impressionarmi sbaglia»

Venerdì 2 Ottobre 2020 di Gianluca Lengua

Paulo Fonseca è ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato e con il mercato prossimo alla chiusura preferisce ancora non commentare la squadra che l’ad Fienga gli ha messo a disposizione. Il portoghese, però, lancia una frecciata all’agente di Diawara che si è lamentato della panchina del suo assistito contro la Juventus: «Se pensa che questa sia la forma corretta e giusta e se pensa di impressionarmi con quelle dichiarazioni, allora ha sbagliato».
 

Video

Borja Mayoral. «È un buon giocatore, ma non ne voglio parlare perché non è ancora un nostro calciatore. Io parlo solo dei giocatori che sono nella squadra».

Diretta sorteggi Europa League: Roma: Young Boys e Cluj, Napoli: Real Sociedad

Roma, ecco Boja Mayoral: l'attaccante è sbarcato a Ciampino. Adesso visite mediche e firma

Roma, ecco Borja Mayoral: l'attaccante è sbarcato a Ciampino. Adesso visite mediche e firma

La formazione. «Non posso dire sempre la squadra che giocherà. Domani non penso di cambiare molto, ma vedremo».

Diawara. «Mi hanno sorpreso le parole dell’agente. Lui ha giocato sempre, ha imparato molto nell’ultima stagione, è un giocatore importante per la squadra e con lui non ci sono problemi. Se l’agente pensa che questa sia la forma corretta e giusta e se pensa di impressionarmi con quelle dichiarazioni, allora ha sbagliato. Diawara è stato molto ed molto importante per la squadra, è importante per me e sta lavorando molto bene». 

La panchina. «Io ho fiducia in tutti i giocatori che sono qui». 

Squadra competitiva dopo il mercato. «Di mercato non parlo. Abbiamo pochi giorni per chiuderlo e dopo ne possiamo parlare».

Pellegrini in mediana. «Per me è un giocatore che può giocare in diverse posizioni. Ha giocato bene in quel ruolo, ha fatto una bellissima partita contro la Juve».

Cosa manca per vincere. «Abbiamo fatto sempre buone partite contro le grandi squadre, ma non è facile trovare situazioni di gol come è successo come contro le big. Manca il gol».

Peres. «Non c’è un titolare, Karsdorp ha giocato bene la prima partita, così come Santon. C’è anche Bruno che è più offensivo, ma lui ha cominciato a lavorare pochi giorni fa, non è nelle migliori condizioni e bisogna aspettare. Karsdorp ha fatto lavoro individuale e non ha recuperato». 

L’Udinese. «Aspettiamo una squadra che difende bassa, senza spazio tra le linee. La profondità è importante per trovare gli spazi e attaccare la porta. Sarà una partita di pazienza in cui bisogna scegliere il miglior momento per attaccare lo spazio, sono sempre pronti a uscire per il contro attacco». 

I gol degli attaccanti. «Me li aspetto da tutti i gol, la verità è che abbiamo sempre creato. L’importante è concretizzare le occasioni che creiamo». 

La fine del mercato. «Il mercato aperto non è mai facile per tutti gli allenatori. Io sono uno che vuole che il mercato chiuda perché dopo è più facile lavorare con la squadra». 

 

Ultimo aggiornamento: 14:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA