AS ROMA

Roma, Fonseca: «Friedkin non ha fatto sfuriate dopo il Napoli. Con le bugie non si rispetta la squadra»

Mercoledì 2 Dicembre 2020 di Gianluca Lengua
Foto GINO MANCINI

Paulo Fonseca smentisce categoricamente la sfuriata del presidente Dan Friedkin all’indomani della partita contro il Napoli: «Dal primo giorno che sono qui, ho sempre avuto rispetto per il lavoro dei giornalisti. Questa notizia è una grande bugia, questo non è un lavoro serio e non posso accettarlo. Questo non è rispettare la squadra». Ecco la conferenza stampa del tecnico alla vigilia del match di Europa League contro lo Young Boys.

Il calendario penalizzante. «Preferisco sempre avere tempo per recuperare la squadra. Le squadre che giocano l’Europa League potrebbero avere più tempo e giocare di lunedì, ma non è una scusa perché abbiamo sempre cambiato i giocatori in questa fase». 

La sfuriata dei Friedkin post Napoli. «Non è vero, ma voglio dire di più. Dal primo giorno che sono qui, ho sempre avuto rispetto per il lavoro dei giornalisti. Questa notizia è una grande bugia, questo non è un lavoro serio e non posso accettarlo. Questo non è rispettare la squadra».

Gli errori di Napoli. «Dopo la prima sconfitta della stagione abbiamo fatto le analisi, i giocatori hanno capito quello che non abbiamo fatto bene». 

La fiducia nella squadra. «La sconfitta di Napoli non ha minato la fiducia della squadra. Prima dobbiamo capire cosa non è andato bene, ma senza drammi e depressioni. Abbiamo perso, abbiamo capito quello che non è andato bene. La squadra ha fiducia e non è questo risultato che altera l’atmosfera». 

L’analisi post Napoli. «Cerco sempre di essere equilibrato nelle mie analisi, soprattutto nelle conferenze stampa prima e dopo le partite. Un conto è l’analisi con i giornalisti e un conto è quella con i giocatori, loro hanno capito. L’analisi dei dettagli è fatta sempre con la squadra».

Dzeko e Pellegrini. «Vedremo se giocheranno. Lorenzo e Edin sono stati fuori tanto tempo e bisogna fare attenzione alla condizione fisica». 

Prestazione o risultato. «Il risultato è sempre importante, ma lo è anche la prestazione della squadra. Devono giocare come normalmente fanno, dopo la partita contro il Napoli abbiamo finito l’analisi ma questa sarà un’altra partita che dobbiamo giocare per vincere».

Ultimo aggiornamento: 15:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA