Roma, Afena-Gyan scala le gerarchie: ora è la prima riserva in attacco. E tutto cominciò con il Cagliari

Roma, Afena-Gyan scala le gerarchie: ora è la prima riserva in attacco. E tutto cominciò con il Cagliari
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Sabato 15 Gennaio 2022, 10:12

La favola di Afena-Gyan è cominciata lo scorso 27 ottobre in Sardegna, quando la Roma affrontava il Cagliari. I giallorossi erano sotto di 1-0 e Mourinho per dare una scossa alla squadra ha fatto esordire il giovane della Primavera. Non una scelta della disperazione perché in panchina aveva Shomurodov, pagato in estate 18 milioni, e Carles Perez. È stata una decisione ponderata perché già da qualche settimana lo Special One aveva adocchiato questo giovane calciatore nelle partite disputate dalla Primavera di Alberto De Rossi. Felix non ha deluso, si è guadagnato la fiducia di Mou ed ha giocato anche i 45 minuti nel secondo tempo contro il Milan tre giorni dopo, sostituendo Mkhitaryan. Ma la partita che lo ha reso davvero celebre è stata quella con il Genoa del 21 novembre: entrato nei 15 minuti finali al posto di Shomurodov, ha realizzato una doppietta che ha regalato i tre punti alla Roma. Da quel giorno, Afena-Gyan si è guadagnato un posto tra i grandi: Mourinho lo ha strappato definitivamente alla Primavera e gli ha fatto scalare le gerarchie interne facendolo diventare il primo sostituto in attacco.

Calciomercato Roma, gli scenari in attacco

Addio a Shomurodov e Mayoral, lo spagnolo nella sessione di mercato attuale è stato costretto anche a lasciare la Roma, con tanto di polemiche social, e trasferirsi al Gatefe per provare a giocare di più (club 17° il Liga). Intanto, Felix lavora a testa bassa e ha aumentato minutaggio nelle ultime partite di campionato contro Sampdoria, Milan e Juventus e Mourinho lo ha praticamente bloccato a Roma impedendo a Tiago Pinto di darlo in prestito. Insomma, un giocatore che José ha intenzione di far crescere sotto la sua ala protettrice. Domani all’Olimpico ci sarà il Cagliari, una squadra che evoca a Felix dolci ricordi e chissà se a partita in corso José lo butterà di nuovo nella mischia. Molto probabile, perché ormai ha conquistato il posto di prima riserva d’attacco, un obiettivo che qualche mese fa era impensabile. In Cagliari-Roma, Felix era diventato il primo 2003 a giocare in Serie A con la maglia giallorossa, un primato raggiunto grazie all’intuizione del responsabile tecnico delle giovanili Morgan De Sanctis che a gennaio 2021 lo aveva prelevato dall'EurAfrica Academy per soli 250 mila euro. Allora poteva sembrare una mossa azzardata, ma grazie a Mourinho e alle sue doti sopra la media, il valore del calciatore è schizzato alle stelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA