Italia, rivalutato e promosso Bernardeschi. Politano non si arrende e prova a entrare tra i 26 per l'Europeo

Bernardeschi
di Ugo Trani
3 Minuti di Lettura

L'Italia supera 7-0 San Marino nella penultima amichevole prima dell'Europeo. Mancini si prende il 7°successo consecutivo e soprattutto il 26° risultato utile di fila per staccare Lippi e avvicinarsi a Pozzo che si fermò a 30. Ma al ct interessa di più la valutazione di alcuni singoli, provati alla Sardegna Arena contro la nazionale che al 210° posto (su 210) nel ranking Fifa. La verifica c'è stata: promosso Bernardeschi che in azzurro non è mai quello a intermittenza visto in campionato. La sorpresa nella notte di Cagliari è però Poliutano che non dovrebbe entrare nell'elenco definitivo, da consegnatre entro la mezzanotte di martedì 1 giugno. Ma non è detto che gli basti la doppietta. Che invece serve a Pessina per avere quasi la certezza di esserci.

ANCORA IN BILICO 

Non sono, invece, sicuri Toloi, Mancini e Cristante. Sono andati in altalena nell'amichevole. Toloi è sembrato più a suo agio da centreale, durante la rirpesa, meno da terzino destro, posizione in cui ha iniziato la partita. Mancini ha fatto bene davanti e faticato dietro. Cristante è stato discontinuo nel ruolo di play: partenza lenta e ritmo ritrovato durante la gara. Decente la prestazione del debuttante Ferrari che ha segnato la rete del 2-0. In difficoltà Biraghi. Vivace Castrovilli che però, al momento, sembra fuori dai 26. Cragno e Meret sono spettatori: il ct deve ancora decidere il terzo portiere.

SVOLTA IN ATTACCO

Delude Kean da centravanti e non decolla Grifo a sinistra. L'Italia è diventata efficace solo a metà del 1° tempo, quando Mancini ha spostato Bernardeschi che è andato a fare il falso nove, con Kean a destra. Bernardeschi ha sbloccato il risultato, sinistro da fuori, Ferrari ha raddoppiato. Nella ripresa lo show azzurro: gol di Politano, dentro per Kean, e di Belotti, in campo per Grifo e schierato da centravanti. L'assist, con ricamo di lusso, è di Bernardeschi, finito a sinistra e decisivo nella goleada. Pessina per la manita dopo il palo di Castrovilli, Politabo al volo, ancora su iniziativa di Bernardeschi, e bis pur per Pessina, con tunnel al portiere Elia Benedettini.    

Venerdì 28 Maggio 2021, 23:14 - Ultimo aggiornamento: 23:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA