Tutto facile per la Spagna. Grecia, mezzo tonfo: pari interno con il Liechtenstein

Domenica 8 Settembre 2019 di Alberto Mauro
La festa dei giocatori del Liechtenstein
Nella sesta giornata di qualificazioni a Euro 2020 in gioco i gruppi D, F e ovviamente J, quello dell’Italia. Sempre saldamente in testa al gruppo D l’Irlanda con 11 punti dopo 5 partite, insegue la Danimarca che non va oltre un deludente 0-0 contro la Georgia. A Tbilisi in campo gli “italiani” Kjaer, Stryger Larsen e Schoene (nel finale), dominio danese nel possesso palla e per le occasioni create ma nessun gol, ne approfitta la Svizzera che schianta 4-0 Gibilterra e accorcia a -1 dalla Danimarca nella classifica del girone, ma con una partita in meno. A Sion qualificazione riaperta e partita mai in discussione con gli svizzeri che però non brillano. Davanti agli 8 mila tifosi del Tourbillon decisivi Zakaria, Mehmedi, e il milanista Rodriguez. Sul 3-0 finisce di fatto la partita, Petkovic prova ad alzare il ritmo ma ottiene solo il poker di Gavranovic nei minuti finali.

FURIE ROSSE LANCIATE
Nel gruppo F Romania, Svezia e Norvegia sgomitano alle spalle della Spagna ormai lanciatissima in testa a punteggio pieno. Una formalità per le Furie Rosse contro le Isole Far Oer, con più di un pensiero speciale all’ex ct Luis Enrique, dopo il terribile lutto che l’ha colpito nei giorni scorsi. Colpisce e affonda gli avversari Rodrigo Moreno, grazie agli assist di Oyarzabal e Thiago Alcantara. Possesso palla schiacciante della Spagna che gioca sul velluto e si accontenta del 4-0 con doppietta du Paco Alcacer nel finale, vittoria annunciata senza strafare.

FATICA IMPREVISTA
A Ploiesti la Romania di Tatarusanu, Chiriches e Puscas fatica più del previsto contro Malta, sembra una partita stregata ma Puscas trova il gol della vittoria, tre punti d’oro che tengono vive le speranze qualificazione. Nello stesso gruppo F derby del nord con vista su Euro 2020 tra Svezia e Norvegia, vantaggio di Johansen in chiusura di fine primo tempo, pareggio di Forsberg dopo un’ora di gioco per la Svezia. Gara molto equilibrata e piuttosto nervosa, nessuna delle due poteva permettersi un passo falso.

LE NOSTRE AVVERSARIE
Stesso gruppo degli azzurri, J, ma parte opposta della classifica per Grecia e Liechtenstein, rispettivamente al penultimo e ultimo posto. La sblocca Masouras dopo 33 minuti ma nel finale arriva la doccia fredda con il primo gol e il primo punto del Liechtenstein in queste qualificazioni. Finisce 1-1, la firma è di Salanovic con un tiro di sinistro preciso su assist di Hasler.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

​Rifiuti e bus in tilt, trauma da ritorno dalle vacanze

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma