L'Arsenal torna a vincere, il Leeds ne fa 5 al West Brom. Ma la Premier rischia di fermarsi per il Covid

L'Arsenal torna a vincere, il Leeds ne fa 5 al West Brom. Ma la Premier rischia di fermarsi per il Covid
di Giuseppe Mustica
3 Minuti di Lettura
Martedì 29 Dicembre 2020, 21:28 - Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre, 00:54

Si risolleva Mikel Arteta: il suo Arsenal conquista la seconda vittoria consecutiva lasciandosi alle spalle la zona calda della classifica. Vincono 1-0 i Gunners sul campo del Brighton, e danno un po' di continuità alla loro stagione dopo il successo nel derby con il Chelsea. A decidere la gara ci pensa Lacazette: spedito in campo dal tecnico spagnolo al 66', ci mette meno di un minuto a trovare la rete della vittoria. Arteta così può respirare. Sembrava ad un passo dall'esonero, ma adesso ha quasi rimesso le cose a posto. Anche il Loco Bielsa piazza il secondo successo di fila. Il Leeds digala (0-5) sul campo del West Brom, che solamente tre giorni fa aveva bloccato il Liverpool ad Anfield. La sfida si apre al 9' con l'autorete di Sawyers, e si chiude già al 40' con il gol di Rodrigo. Nel mezzo i centri di Alioski (31') e Harrison (36'). Nel seconda parte di gara  il risultato lo fissa Raphinha, al secondo centro stagionale. Lo avevamo detto: da adesso in poi guardare i Whites, che non hanno assilli di classifica, può diventare divertente. Nelle altre due gare di giornata vittoria del Burnley (1-0) sullo Sheffield e pareggio a reti bianche tra Southampton e West Ham.

Il Manchester United è secondo in classifica. Almeno per stasera. La squadra del norvegese Solskjaer batte al terzo minuto di recupero il Wolverhampton: finisce 1-0, e la decide Rashford, servito alla perfezione da Bruno Fernardes. Tre punti pesantissimi per i Red Devils, abili a non rischiare quasi nulla e a colpire quando ormai non ci sperava più nessuno. Adesso sono 2 i punti di svantaggio dal Liverpool capolista con lo stesso numero di partite giocare. Un 2020 che si sta chiudendo in maniera positiva per lo United. Ma l'alto numero dei contagi fa pensare a un possibile stop di due settimane della Premier. La lega fa sapere che si va
avanti, anche se Tottenham-Fulham, in programma domani, è in dubbio per un focolaio tra i Cottagers, e ieri era stata rinviata, sempre a causa del Covid, la sfida tra Everton e
Manchester City.

LIGA

Non c'è Messi, a lui è stato accordato un permesso per rimanere qualche giorno in più in Argentina. E il Barcellona rimane lontanissimo dall'Atletico Madrid padrone della Liga: con due gare in meno la squadra del Cholo ha sette punti di vantaggio sugli uomini di Koeman, che non vanno oltre l'1-1 in casa contro l'Eibar. L'assenza della Pulce però si sente, perché nel primo tempo Braithwaite sbaglia un calcio di rigore. E poi si vede annullare anche un gol per fuorigioco dal Var. Allora gli ospiti passano al minuto 57 con Kike. È Dembele a salvare l'allenatore olandese da una sconfitta pesantissima. Il Siviglia invece agguanta in classifica il Villareal battendo proprio il "sottomarino giallo" 2-0. La squadra di Lopetegui si piazza al quarto posto: apre Ocampos, ex Genoa, su rigore all'8'; chiude En Nesyri al 53'. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA