MOURINHO

Risorge il Liverpool: Klopp supera Mourinho 1-3. Per i Reds prima vittoria del 2021

Giovedì 28 Gennaio 2021 di Giuseppe Mustica
Risorge il Liverpool: Klopp supera Mourinho 1-3. Per i Reds prima vittoria del 2021

Risorge il Liverpool. E lo fa nella notte più difficile. La squadra di Klopp vince al Tottenham Hotspur Stadium (1-3) e Mourinho non può fare altro che inchinarsi alla cattiveria dei Reds. Perché è stata una vittoria rabbiosa quella conquistata dai campioni in carica. Che non segnavano in campionato da quattro partite e che si erano paurosamente allontanati dalla vetta. Il Manchester City rimane comunque distante quattro lunghezze (e gli uomini di Guardiola hanno anche una partita in meno), ma questa affermazione così importante e prestigiosa non può far altro che dare una grossa iniezione di fiducia ai Reds. Mourinho invece adesso è fuori dalla zona Europa: paga gli errori dei singoli e la sfortuna il tecnico portoghese, che ha perso Kane alla fine del primo tempo per un problema alla caviglia. L’assenza del centravanti ha condizionato sicuramente la gara. E l’impatto mentale per il Liverpool è stato determinate, visto che a inizio ripresa ha trovato il gol che alla fine si è rivelato decisivo.

AVVIO A MILLE

La mossa tattica dello Special One è quella di mandare in campo i suoi con la difesa a 3: obiettivo avere sempre pronto il raddoppio di marcatura con Aurier da una parte e Davies dall’altra su Mané e Salah. Non sembra inizialmente dare i frutti sperati la decisione del tecnico portoghese, perché sono proprio i due a confezionare al 2’ la prima vera occasione della partita. Ma Manè da pochi passi grazia Lloris. Un minuto dopo Son si vede annullare per un millimetrico fuorigioco il gol del vantaggio, l’urlo in gola del coreano è stoppato dal Var. Ma il Tottenham è in partita e riesce a trovare sempre lo spazio alle spalle di Thiago per attaccare la porta difesa da Alisson. La difesa di Klopp scricchiola – viste anche le assenze – ma gli Spurs non riescono a essere cinici. Dall’altro lato i Reds non trovano spazio perché in fase di non possesso i padroni di casa passano a un 5-3-2 molto abbottonato. Serve un episodio per stappare la gara: e arriva al 4’ di recupero del primo tempo. Aurier s’addormenta, Mané si butta nello spazio concesso e serve Firmino. Facile tocco a porta vuota per il brasiliano che trova il gol numero 7 del proprio campionato. Non si batte nemmeno il calcio d’inizio. Squadre negli spogliatoi.

SENTENZA REDS

In avvio di ripresa arriva la sentenza. Lloris respinge male e Alexander-Arnold non si lascia pregare nello scaricare in rete la palla del raddoppio. Mourinho come detto ha già perso Kane inserendo Lamela e sembra che il gol possa mettere ko gli Spurs. Che però hanno immediatamente uno scatto d’orgoglio con Hojbjerg che trova la sua prima rete con la maglia del Tottenham: destro potente che non lascia scampo ad Alisson. Il Liverpool però non si scompone. Cerca di chiuderla. Salah si vede annullare un gol per un fallo di mano di Firmino (interviene anche in questo caso la tecnologia), ma l’egiziano non demorde. Attacca la profondità allungando la difesa Spurs e quando decide di accentrarsi crea lo spazio per Alexander-Arnold. E lì l’esterno di Klopp s’infila servendo il pallone a Mané che sfrutta l’errore di Rodon e col sinistro al volo batte Lloris. Partita chiusa al minuto 65. E i tre punti rilanciano in classifica la squadra di Klopp che trova così la prima vittoria del 2021. Passo falso invece per Mourinho, che sperava sicuramente in una notte diversa. 

Ultimo aggiornamento: 23:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA