Reggiana, Alessandro Spanò lascia il calcio a 26 anni: «Voglio studiare»

Mercoledì 29 Luglio 2020 di Alberto Mauro
Lasciare il calcio, all’apice della carriera, per dedicarsi allo studio. La scelta forte e in controtendenza di Alessandro Spanò, capitano 26enne della Reggiana, ha spiazzato tutti. Ma evidentemente è stata pesata, motivata e sofferta, per provare ad inseguire un sogno lontano dal pallone, dopo aver raggiunto il suo obiettivo in campo. Una settimana fa ha riportato la Reggiana in Serie B, vincendo la finale playoff contro il Bari, ora lo aspetta un aereo per Shangai. “E’ stata la mia ultima partita - ha raccontato -, il mio destino calcistico è compiuto, ora è il momento di prendere un'altra strada”. 

Un percorso scolastico che grazie a una borsa di studio in una business school internazionale lo porterà in Cina. “Non posso che ringraziare tutti per questa favola - il suo messaggio in conferenza stampa -. Mi auguro di aver lasciato molto sia in campo che fuori, io ho ricevuto tantissimo. Inseguite il vostro vero significato e vivrete per sempre un sogno. Mercoledì sera, guardando i volti e gli occhi di chi mi era vicino, ho realizzato che tutto, ogni singolo istante, ha avuto senso. Ora devo seguire ancora una volta il mio cuore, comincia un nuovo capitolo di questo gioco infinito che è la vita. Il mondo mi sta aspettando. Forse sono un po’ matto, ma la ragione non ha sempre ragione”.
  Ultimo aggiornamento: 17:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA