Sampdoria, l'addio di Ranieri: «Non ci sono i presupposti per rimanere»

Serie A, l'addio di Ranieri alla Sampdoria: «Non ci sono i presupposti per rimanere»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Maggio 2021, 15:08 - Ultimo aggiornamento: 15:34

«Oggi ho detto alla squadra che non resterò un altro anno. Non ci sono i contenuti, i presupposti per restare», lo annuncia così, Claudio Ranieri, il suo addio alla Sampdoria. «Voglio ringraziare tutti - ha aggiunto il tecnico - dallo staff medico, allo staff di fisioterapisti, i miei collaboratori e soprattutto la squadra. Oggi ho parlato loro, sono stati dei ragazzi meravigliosi perchè soprattutto l'anno scorso nel lockdown, quando noi mandavamo le mail per lavorare, loro lo hanno fatto alla grande e i risultati si sono visti. Questo grazie alla loro grande professionalità. Quest'anno è stato un campionato bello, combattuto, abbiamo fatto delle ottime partite. Qualcuna l'abbiamo sbagliata ma questo ci sta nel calcio. Voglio ringraziarli di vero cuore», così Ranieri.

Ranieri: «Il derby fa ribollire il sangue». Ballardini: «È la partita delle partite»

La decisione

Sia i giocatori che i dirigenti, si apprende, erano molto provati quando Ranieri ha annunciato la sua scelta. Arrivato a Genova a stagione in corso nella scorsa annata, l'ex allenatore di Roma, Juventus e Inter ha deciso di non restare alla Samp perché ritiene che la sua missione in blucerchiato sia ormai compiuta. Non è una questione economica, ma l'allenatore campione della Premier League con il Leicester nel 2016 adesso va alla ricerca di una nuova sfida e di nuovi stimoli. La decisione di Ranieri ha colto di sorpresa anche il ds Osti e lo scout Pecini, molto legati all'allenatore. I due dirigenti, in scadenza di contratto, adesso valuteranno se continuare il lavoro in blucerchiato.

Sampdoria, quinta vittoria in 8 gare. Parma sempre più in crisi

I ringraziamenti

«Voglio ringraziare tutti i giornalisti - ha concluso il tecnico - che ci hanno seguito in questi due anni. Grazie per il lavoro che hanno svolto e, con mille difficoltà, non abbiamo più potuto fare la conferenza stampa vis à vis. Però spero di essere stato esauriente in ogni mia intervista. Ultima cosa, voglio salutare e ringraziare i tifosi. Mi è dispiaciuto tantissimo non averli allo stadio, non potergli far vedere la Sampdoria che ha lottato su ogni pallone e contro ogni avversario. Spero con tutto il cuore di essere stato un rappresentante che a loro sia piaciuto come allenatore della Sampdoria. Arrivederci a tutti e grazie», conclude Ranieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA