Raiola prosciolto dopo le offese a Figc e Nazionale

Raiola prosciolto dopo le offese a Figc e Nazionale
1 Minuto di Lettura
Mino Raiola è stato prosciolto dalle accuse del procuratore federale Giuseppe Pecoraro per «difetto di giurisdizione». Il noto agente di calciatori aveva proferito espressioni denigratorie nei confronti della Figc, del ct della Nazionale maggiore e della stessa immagine del sistema calcistico italiano, in occasione di un'intervista radiofonica rilasciata il 20 marzo. Espressioni che, per il tribunale federale nazionale della Figc che oggi ha notificato la sentenza alle parti, sarebbero da considerare «personali opinioni tecniche senza alcuna attinenza o rilevanza con la specifica funzione per la quale lo stesso ha manifestato volontà di sottoporsi all'ordinamento federale».
Giovedì 20 Settembre 2018, 15:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA