Premier League: City ancora vincente. Bundesliga, Bayern senza ostacoli. Liga: cade il Real e Zidane trema: pronto Allegri

Premier League: City ancora vincente. Bundesliga, Bayern senza ostacoli. Liga: cade il Real e Zidane trema: pronto Allegri
di Giuseppe Mustica
4 Minuti di Lettura
Sabato 30 Gennaio 2021, 18:56 - Ultimo aggiornamento: 20:48

Dodici vittorie consecutive in tutte le competizioni. Qualcosa è cambiato nel Manchester City di Guardiola, che supera 1-0 lo Sheffield United (che aveva vinto all'Old Trafford tre giorni fa) e conferma il primo posto in classifica. Ai Citizens, ancora senza Aguero, basta la rete di Gabriel Jesus al 9'. In questa striscia così importante, la formazione del tecnico catalano ha messo a segno 31 reti subendone solamente 3. Ruolino di marcia da grande squadra. Risalta la tenuta difensiva: quella che fa vincere i campionati insomma. E il City, adesso, dopo un avvio in sordina che aveva messo addirittura in discussione l'allenatore, è nettamente la squadra favorita di questa fantastica Premier League. Anche perché, l'altra squadra di Manchester, non va oltre lo 0-0 in casa dell'Arsenal. Lo United frena e si allontana dalla vetta: adesso è a -3. La formazione di Solskjaer avrebbe meritato di vincere soprattutto per le occasioni che è riuscita a creare. La prima, all'alba della sfida, clamorosa, capitata sui piedi di Rashford. Ma l'Arsenal non si è disunito ed è riuscito comunque a portare a casa un punto importante. Cade in casa invece l'Everton di Carlo Ancelotti: al Goodison Park passa il Newcastle (0-2). Doppietta di Wilson nel secondo tempo e tre punti pesantissimi per gli uomini di Bruce che si lasciano alle spalle la zona retrocessione. Per il tecnico italiano invece è momento così. Passerà. Nelle altre gare di giornata vittoria del Crystal Palace (1-0) sui Wolves e pareggio (2-2) tra West Bromwich e Fulham.

BUNDESLIGA

Senza freni il Bayern Monaco. La squadra di Flick batte 4-1 l'Hoffenheim e piazza la quarta vittoria consecutiva in campionato. Risultato mai messo in discussione: reti di Boateng e Müller nel primo tempo; di Lewandowski e Gnabry nella ripresa. È stato Kramaric, allo scadere della prima parte, a cercare di dare speranza agli ospiti. Ma lo strapotere è apparso netto. Vittoria importante per il Borussia Dortmund, che si lascia alle spalle la crisi: vincono 3-1 i gialloneri sull'Augusta. E la notizia è il rigore sbagliato da Haaland quando il risultato era sullo 0-1. Perché l'Augusta era riuscito a passare con Hahn, ma Delaney, al 26', ha ristabilito la partità. Nella ripresa rete di Sancho e autorete di Uduokhai. Il Dortmund rimane al momento fuori dalla Champions League per via della differenza reti. Vince il Lipsia (1-0) sul Leverkusen. E la squadra di Nagelsmann rimane a -7 dal Bayern. È quella più vicina alla formazione campione in carica. Basta una rete di Nkunku ad inizio ripresa per avere la meglio sugli uomini di Bosz. Che scivolano addirittura al quarto porto. Sfida "italiana", anzi rossonera, tra Francoforte (che adesso è terzo in classifica) ed Hertha Berlino. Vincono i padroni di casa (3-1), grazie alla doppietta di André Silva e al gol di Hinteregger. Per gli ospiti a segno Piatek. Ma il gol del polacco non basta. Pareggi (1-1) nelle sfide Werder-Schalke e Union Berlino-Monchengladbach.

LIGA

Perde, clamorosamente, in casa, il Real Madrid. Il Levante passa (1-2) e cancella ormai le ultime possibilità per la squadra di Zidane di riconfermarsi in Liga. Perché adesso, con due partite in meno, l'Atletico Madrid è a +7. Decisiva nell'economia della partita l'espulsione di Militao al 9'. Anche se cinque minuti dopo i Blancos riescono a passare con la rete di Asensio dopo un'invenzione di Kroos. Ma è Morales (32') a pareggiare. Nella ripresa il Levante - nono in classifica e campionato sopra le aspettative fino al momento - si permette il lusso di sbagliare anche un calcio di rigore con Roger (parata bellissima di Courtois) prima che lo stesso attaccante si faccia perdonare siglando la rete decisiva. Zidane è sempre più a rischio. E le voci rimbalzate questa mattina che vorrebbero Allegri pronto al subentro, possono trovare presto conferma. Al terzo posto, al momento, si piazza il Siviglia, che va a vincere 0-2 sul campo dell'Elche. Nella squadra di Lopetegui, che s'afferma grazie alle reti di Ocampos e Jordan, c'è anche il debutto del Papu Gomez

© RIPRODUZIONE RISERVATA