Premier, l'unica certezza è lo spettacolo. City favorito, Liverpool da battere e Chelsea al top

Venerdì 11 Settembre 2020 di Giuseppe Mustica
Gli allibratori danno favorito il Manchester City: nonostante il Liverpool, che è tornato a vincere la Premier League dopo tempo immemore, abbia chiuso con 18 punti di vantaggio rispetto alla squadra di Guardiola. Il campionato inglese riparte con una certezza: i Citizens cercheranno di tornare sul trono a discapito della truppa di Jurgen Klopp. Ma occhio, perché c’è il Chelsea che ha fatto la miglior campagna acquisti dell’anno. E poi ci sono Arsenal e Manchester United che per storia e tradizione non possono non puntare al vertice. 
 
CHELSEA: CHE ARRIVI
Abramovič non ha badato a spese: Ziyech dall’Ajax per 40 milioni; Chilwell dal Leicester per 50; Werner dal Lipsia per 53 e Havertz dal Bayer Leverkusen per 80. Senza dimenticare Thiago Silva, questo arrivato a Londra senza mettere mano al portafoglio. Un mercato faraonico per Lampard che è stato accontentato in tutte le richieste portate al magnate russo. Adesso toccherà a lui cercare di sovvertire i pronostici che vedono il Chelsea alle spalle di City e Liverpool. Con una squadra del genere però tutto è possibile. Guardiola, che ha perso Sané passato al Bayern Monaco, ha rinforzato la sua squadra con Ferran Torres dal Valencia e con il difensore Aké. E, ottimo, è stato anche il mercato dell’Everton di Ancelotti. È riuscito a riavere due vecchi pallini. Allan e James Rodríguez daranno una grossa mano a Carletto. Il Manchester United invece si è “accontentato” di Van De Beek: 39milioni all’Ajax e centrocampo messo a posto per Solskjaer. Che spera anche di trattenere Pogba, corteggiato dalla Juventus ma che ha grandi estimatori anche in Spagna. 
 
I TECNICI
In Premier League al momento allena l’èlite del calcio mondiale. Guardiola, Klopp, Mourinho, Ancelotti. A loro si è aggiunto anche il “Loco” Bielsa: riuscito nell’impresa di riportare il Leeds nel massimo campionato dopo 16 anni d’assenza. E il suo debutto sarà ad Anfield: subito a sfidare i campioni. Poi ci sono quelli più giovani. Arteta ha vinto due trofei nel mese di agosto confermando che l’Arsenal ci ha preso quando lo ha scelto. Solskjaer deve rifarsi dall’eliminazione in semifinale di Europa League conto il Siviglia. Mentre di Lampard abbiamo già parlato: avrà molta pressione addosso. 
 
PORTE CHIUSE
 Non ci saranno i tifosi allo stadio, almeno per il momento. Se ne riparlerà il 3 ottobre, anche se la situazione epidemiologica in Inghilterra non è delle migliori. Intanto, però, tutte le partite verranno trasmesse in diretta in tv. L’accordo è stato trovato solamente negli ultimi giorni dopo che le società avevano chiesto ai broadcaster televisivi ancora più denaro dopo gli oltre 5 miliardi già versati per avere l’esclusiva. Un muro contro muro iniziale risoltosi, però, con una stretta di mano e con un accordo fino alla fine del mese. Poi se ne riparlerà. 
 
SI PARTE 
L’attesa in Inghilterra è dunque finita: si parte domani con l’Arsenal che renderà visita alla neopromossa Fulham (13:30). Poi ci sarà Liverpool-Leeds, il big match di giornata. Per vedere il Tottenham di Mourinho bisognerà attendere domenica. Mentre non si giocheranno Burnley-United e City-Aston Villa. Qualche giorno in piu di riposo per le squadre di Manchester dopo gli impegni europei ad agosto. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA