MILAN

Pioli, il Milan e il secondo posto: «Firmerei solo per il rinnovo del contratto»

Domenica 13 Dicembre 2020

«Il Milan non va in Champions da tantissimo tempo, l'obiettivo dichiarato a inizio stagione era migliorare il sesto posto dell'ultimo campionato, ma oggi non firmerei per il quinto. La squadra è ambiziosa, fino ad oggi ha giocato alla pari con tutti, nessuno ci ha messo sotto, neanche le grandi squadre del campionato». Così l'allenatore del Milan, Stefano Pioli, intervistato da Sky Sport dopo il pareggio contro il Parma. «Firmare per il secondo posto? Firmerei un rinnovo di contratto - ha sorriso -, è l'unica cosa che firmerei in questo momento».

Il Milan ha pareggiato al 91' raddrizzando quella che per Pioli «rimane una serata storta». «È un momento in cui abbiamo qualche difficoltà, dispiace per gli infortuni di Gabbia e Bennacer - è l'analisi dell'allenatore rossonero -. Per la prima volta siamo stati troppo molli nell'approccio alla gara. Poi abbiamo avuto tante situazioni per fare gol prima ma questa è una squadra che ha cuore e volontà e siamo riusciti a riprendere la partita». «Volevamo vincere, gli avversari hanno tirato solo due volte ma noi in quelle occasioni abbiamo commesso errori - ha proseguito -. Nel primo gol è evidente che ci schiacciamo troppo a difendere la porta senza marcare gli avversari. Mi aspettavo un inizio più veemente. Nel secondo tempo siamo stati meno lucidi, ma ci sta quando devi rimontare due gol. Ci abbiamo messo tanto spirito, abbiamo pareggiato meritatamente».

Pioli ha ammesso che si sente la mancanza di Zlatan Ibrahimovic. «Che con Zlatan siamo molto forti nessuno può dubitarlo, ma la squadra ha creato tanto. Rebic è più un attaccante di profondità mentre Ibra ci dà tanta presenza, ma abbiamo fatto bene anche senza di lui. Dobbiamo essere soddisfatti anche di questa prestazione - ha aggiunto -, ancora una volta abbiamo dimostrato tenuta, soprattutto mentale: è un passo avanti. La squadra non è uscita dal campo completamente soddisfatta del risultato, questo accresce la nostra autostima. Non è stata la serata migliore ma abbiamo avuto la qualità e la generosità di portare a casa un pareggio importante». Infine un riferimento al mercato. «Serve un vice Ibrahimovic? Se ci saranno situazioni che possono migliorare organico le valuteremo insieme con la società - ha spiegato Pioli -. Abbiamo valori importanti, se ci sarà l'occasione per mettere qualcosa in più, di diverso rispetto alle caratteristiche che abbiamo lo valuteremo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA