Pescara, Sebastiani risponde a Zeman: «Da noi gratis? Vergognoso»

Pescara, Sebastiani risponde a Zeman: «Da noi gratis? Vergognoso»
2 Minuti di Lettura
Martedì 16 Giugno 2015, 15:01 - Ultimo aggiornamento: 18:06

Dopo le dichiarazioni rilasciate sulla Gazzetta dello Sport.it da Zeman (oggi tecnico degli svizzeri del Lugano) sul suo mancato ritorno, a Pescara, quando sembrava fatta (prima del l'exploit di Massimo Oddo sulla, panchina biancazzurra), sostenendo che la società abruzzese lo avrebbe rivoluto praticamente gratis, questa mattina è arrivata la dura risposta al boemo del presidente del Pescara, a margine della premiazione della società biancazzurra da parte della locale Camera di Commercio. «Io eviterei anche di rispondere a Zeman perchè evidentemente purtroppo sono stato io - ha detto il massimo dirigente del Pescara - a non capire in questi anni questo allenatore e soprattutto questa persona. Quello che ha detto è una cosa vergognosa e grave perchè io come presidente del Pescara non ho fatto nessuna proposta indecente a Zeman, sapendo anche come il mister tiene ai fatti suoi. Ribadisco che nessuno lo avrebbe mai chiamato ci mancherebbe per venire gratis a Pescara. È sempre bello parlare poi - ha detto ancora il presidente biancazzurro Daniele Sebastiani - quando si toccano i fatti personali. Se c'è uno che non ha mantenuto la parola che aveva dato al Pescara non è certo il Delfino Pescara ma Zeman che tre anni fa disse che sarebbe stato un pazzo ad andare via e il giorno dopo invece ha lasciato Pescara. Il mister però è così e forse più passa il tempo - ha concluso il presidente della società adriatica - più capisco quelle persone che lo avevano catalogato in un certo modo». Tra Zeman e il Pescara è la fine dell'amore, ma oggi c'è ancora in un certo senso la città abruzzese nel presente del boemo visto che il presidente del Lugano, che Zeman allenerà nella prossima stagione nel campionato svizzero è Angelo Renzetti, pescarese doc, e per alcune settimane in passato presidente anche del Pescara Calcio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA