Mondiali Qatar, perché nella Corea del Sud ci sono cinque titolari che si chiamano Kim

Il nome Kim è il più popolare del paese

Mondiali Qatar, perché nella Corea del Sud ci sono cinque titolari che si chiamano Kim
2 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Novembre 2022, 16:21 - Ultimo aggiornamento: 16:23

Ben cinque titolari della Corea del Sud hanno lo stesso nome. Nella partita contro l'Urugay di mondiali in Qatar, finita con un pareggio di 0-0, i giocatori della difesa erano omonimi: Kim Seng-gyu, Kim Moon-hwan, Kim Min-jae, Kim Young-gwon e Kim Jin-su. Non un compito facile per i telecronisti, che hanno dovuto affrontare diverse difficoltà per distinguere e pronunciare i loro nomi.

Qatar 2022, alla scoperta di Embolo match winner di Svizzera-Camerun

Perché molti giocatori della Corea del Sud si chiamano Kim

Come regola generale, i coreani possiedono un nome composto da tre caratteri cinesi, che vengono pronunciati con tre sillabe coreane. La prima di queste costituisce il cognome, mentre le seguenti due formano il nome. Per legge, i nomi coreani non possono superare la lunghezza massima di cinque sillabe. Il nome Kim viene da 박/朴, il cognome del Re Hyeokgeose/혁거세 del regno di Silla, uno dei principali della storia coreana. La sua linea dinastica si è col tempo frammentata in vari clan, tutti con questo cognome e da lì è cominciata l’ampia diffusione.

Inoltre, il nome Kim è il più popolare del paese: sono circa 10,7 milioni a chiamarsi così e cinque di essi compongono il pacchetto difensivo titolare della squadra di Paulo Bento. Il secondo cognome più diffuso è Lee con 7,3 milioni mentre il terzo è Park con oltre 4 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA