Roma, Pellegrini e il rinnovo: la firma slitta a fine stagione

Roma, Pellegrini e il rinnovo: la firma slitta a fine stagione
di Stefano Carina
2 Minuti di Lettura
Martedì 9 Marzo 2021, 07:35

Dalle parole ai fatti. Nei giorni scorsi Tiago Pinto ha incontrato l’agente di Pellegrini, Giampiero Pocetta, iniziando a parlare del rinnovo di Lorenzo. Incontro cordiale, perlopiù conoscitivo visto che le parti non avevano mai avuto modo di presentarsi, nel quale si è discusso inizialmente degli assistiti della GP Soccer presenti nel club (Zalewski e Ciervo), per poi soffermarsi sul capitano giallorosso. «Incarna il nostro progetto. Giovane, di talento e profondamente legato alla Roma», furono le prime dichiarazioni legate alla questione da parte del general manager, nel giorno del suo insediamento a Trigoria. Considerazioni confermate de visu, accompagnate dai primi passi di avvicinamento. La scadenza sino al 2022, a livello temporale, mette fretta alla società e regala inevitabilmente più forza al calciatore che tra l’altro avendo un contratto che si autoalimenta da solo (grazie ai bonus che può raggiungere in una stagione legati ai gol, agli assist e alle presenze che poi diventano la base dell’annata successiva) non ha fretta. Ora guadagna intorno ai 2,5 milioni, destinati a lievitare con la nuova intesa, per la quale però bisognerà attendere ancora un po’. Le parti, di comune accordo, consapevoli che l’argomento necessiterà di più incontri, hanno deciso infatti di rimandare la questione a fine stagione.  A differenza della strategia utilizzata da Pinto con Ibanez (inserimento clausola rescissoria di 80 milioni), l’idea della Roma è quella di togliere la clausola dal contratto di Pellegrini (attualmente ne è presente una di 30 pagabile in due tranche). Rinnovo in arrivo invece per Karsdorp. L’olandese sta trattando da almeno un paio di settimane per prolungare sino al 2025. Possibili novità nei prossimi giorni. Pinto, sempre la scorsa settimana, ha visto pure il procuratore di Mancini: prolungamento (e adeguamento) possibile, ma anche per lui senza clausola. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA