Panini, presentato l'album 2021-2022: in copertina l'omaggio alla Nazionale

Lo storico album delle figurine dei calciatori è giunto quest'anno alla sessantunesima edizione, con tante novità e un grazie ai campioni d'Europa

L'album di figurine Calciatori Panini 2021/22
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Gennaio 2022, 15:04

È stato presentato il nuovo album Panini - per la stagione 2021/22 - giunto all’edizione numero sessantuno. «La storia dell'album la conoscete tutti: la prima interamente Panini è del 1961/62. Abbiamo festeggiato i cinquant’anni nel 2011, l’anno scorso ne abbiamo festeggiati 60 e la storia è destinata a continuare» ha detto Antonio Allegra, Direttore Mercato Italia di Panini. L’idea dell’azienda modenese è quella di rinnovare, «perché il target è ampio. Si comincia da bambini ma anche i genitori in questo modo portano i figli nel mondo del calcio, lo stesso vale per i nonni. E poi ci sono i collezionisti puri. Fare le figurine è un momento di condivisione, siamo fiduciosi che si tornerà a poterlo fare il prima possibile. Ci sono tanti adulti, ma anche tante donne, il 10%. Il prodotto è per tutti ed è ricchissimo.

Album Panini 2022, cosa cambia

L’album qualche anno fa si è ingrandito e presenta in qualche modo tutto il calcio italiano», ha continuato. Tante le novità, in primis la copertina: un omaggio alla Nazionale italiana campione d’Europa a Wembley contro l’Inghilterra. E poi ancora la Serie C che entra nell’album con una modalità innovativa, in una fusione tra figurine virtuali e figurine analogiche: «Io uso un termine, "grazie", che in genere è poco usato. Credo che aver messo insieme questo aspetto di sogno con l'innovazione sia una grande novità ed è quello che i giovani vogliono. Ci fa molto piacere poterne prendere parte, aprendo così un’era nuova: il sogno si trasforma e dico grazie alla Panini» ha detto Francesco Ghirelli, Presidente della Lega Pro.

Presente anche Alessandro Del Piero: «Se ho mai pensato al taglio di capelli prima dell’album? No, anche perché le foto si facevano a inizio stagione, e poi in quel momento l’attenzione ai dettagli era minore rispetto a ora. La prima figurina col Padova è stata una vera sorpresa: ero aggregato alla prima squadra, vai a pensare che sarei finito sulle figurine». Del Piero protagonista, tra l’altro, di un simpatico siparietto con Renzo Ulivieri, numero uno dell’AIAC. «Un buon allievo, mi sembra però che il pensiero di entrare nell’album Panini come allenatore non ce l’abbia. Io invece dico di spingerlo su questa strada, anche se mi sembra non ne abbia voglia: ha la scuola calcio e tante altre cose. Secondo me dovrebbe partire in modo deciso e mi auguro che possa un giorno diventare allenatore». E Del Piero: «La ringrazio per questo supporto, poi è probabile che ci vedremo questa estate perché devo fare un ultimo passaggio per completare il percorso. Ne riparliamo presto, mister».

© RIPRODUZIONE RISERVATA