Palo di Scamacca per il Sassuolo, poi il Bologna stravince (3-0) a Reggio

Palo di Scamacca per il Sassuolo, poi il Bologna stravince (3-0) a Reggio
di Vanni Zagnoli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Dicembre 2021, 19:05

Il Natale è del Bologna, vince Sinisa Mihajlovic, spesso in difficoltà contro il Sassuolo, 0-3 e serie neroverde interrotta a 6 risultati utili. Ci stava un gol della formazione targata Mapei, per il palo iniziale di Scamacca e la parata di Skorupski a metà ripresa, da anni è un signor portiere, da Champions.

In giallo, la formazione del capoluogo concede anche una percussione iniziale a Frattesi, replica con Orsolini, smarrito, dopo il debutto in nazionale e le mirabilie di Ascoli e nelle under. Il vantaggio al 36’, lancio profondo dell’argentino Dominguez, quasi da rugby, dall’altro Dominguez, proprio Orsolini sorprende Ferrari alle spalle e trafigge Pegolo sotto la traversa. Il portiere di Bassano del Grappa ha 40 anni, torna titolare dopo un anno. Rogerio rischia l’autorete, il raddoppio arriva comunque all’intervallo, angolo, Hickey trova un destro imparabile, lo scozzese è alla quarta rete per la Dotta.

La ripresa è equilibrata, come gioco ci starebbe il pari, peraltro è Pegolo a negare il tris, sempre a Hickey. Berardi e Scamacca avvicinano la rete, due volte a testa, Skorupski si supera sul mancino dai 20 metri del campione d’Europa.

Il finale è sereno, non per Mihajlovic, che pure si rialza dopo 3 sconfitte. Sassuolo da 5,5, Bologna da 6,5, avrebbe potuto segnare altri gol. Il tris arriva su appoggio sbagliato da Pegolo e trasformato da Santander. "Per 20 minuti non siamo stati inferiori - dice Alessio Dionisi -, è stata la peggiore prestazione. Lavoriamo per migliorarci".

E’ leader in Emilia Romagna, ha tifosi da Champions, cori inebrianti, insegue l’Europa 23 anni dopo, mentre nel 2002 perse la finale di Intertoto, con Francesco Guidolin. Anche solo il 7° posto e la Conference cup sono molto difficili, come dimostrano le due ottave posizioni per Dionisi. Magistrale quando gioca contro formazioni più quotate e invece da salvezza semplice contro le altre. Certo il contesto non aiuta, è come se il Sassuolo giocasse sempre fuori casa, la curva di casa è semivuota, come i distinti e da anni i tifosi della Reggiana irridono i sostenitori modenesi presenti al Mapei. “Città del tricolore”, tendono a evidenziare.

In serie C il derby Modena-Reggiana è infinito, per il primato, sono piazze di tradizione, come il Bologna, e inseguono derby rari, in A. Il Sassuolo si consola con le donne, seconde a pari merito con la Roma, considerati entrambi i generi, è dietro solo a Juve, Roma, Inter, Milan e Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA