Rossettini da incubo, Veloso mai in gara
Zapata da applausi, Torreira gioiello

Rossettini da incubo, Veloso mai in gara Zapata da applausi, Torreira gioiello
di Marco Callai
3 Minuti di Lettura
Sabato 4 Novembre 2017, 23:48 - Ultimo aggiornamento: 23:49

GENOA

Perin 6
: incolpevole sui gol, guida autorevole di una difesa che però lo tradisce in diverse occasioni.  

Izzo 5,5: si propone poco in fase offensiva. Ha due clienti difficili come Quagliarella e Zapata, che fanno tanto movimento sul fronte offensivo. 

Rossettini 5: troppi errori, clamoroso quello nel secondo tempo che lancia Quagliarella e può costare la chiusura anticipata della partita.

Zukanovic 5,5: inefficace l’opposizione a Ramirez sul vantaggio blucerchiato, insicuro in altre circostanze .

Rosi 5,5: riesce a contenere Strinic, centra una clamorosa traversa ma si spegne troppo presto (Lazovic 5: sbaglia troppi cross, Juric lo cambia con Pellegri nei minuti finali).

Omeonga 6,5: buon pressing sui palleggiatori della Samp e tanti palloni recuperati.

Veloso 5:  si vede troppo poco, regolarmente sovrastato da Torreira e Linetty. 

Laxalt 5,5: più incisivo nel primo tempo, non riesce quasi mai a sfondare sulla fascia nella ripresa .

Rigoni 5,5: generoso e combattivo, ma davanti non riesce a far la differenza. Fallisce il pari di testa   (Pandev 5,5 prova ad aiutare Lapadula senza fortuna).

Taarabt 6: si muove bene tra le linee ma si perde in dribbling inutili.  

Lapadula 5,5: crea qualche problema nel primo tempo alla difesa blucerchiato, ma pesano le due occasioni fallite nel primo tempo che potevano cambiare la partita. 

Juric 5 prossimo al capolinea della sua avventura al Genoa. La sua squadra non sfigura, ma sotto di un gol manca di coraggio e cattiveria, qualità che sono necessarie come il pane a una squadra che lotta per salvarsi. 

SAMPDORIA

Viviano 6: serata tranquilla, buon presidio sulle palle alte.

Bereszynski 6: tiene a freno Laxalt e si propone in attacco con puntualità.  

Silvestre 6,5: partita perfetta per l’argentino che argina bene Lapadula.

Ferrari 6,5: ottima sintonia con Silvestre, nella ripresa chiude bene ogni spiffero.

Strinic 6: in difesa soffre Rosi e le incursioni di Rigoni, meglio in fase d’attacco.

Linetty 6,5: corsa, pressing e geometria, momento di crescita per un giocatore diventato fondamentale per gli schemi di Giampaolo. 

Praet 6: si impegna in mezzo al campo, ma stasera si trova di fronte un Omeonga in grande forma.    

Torreira 6,5: il gioiello blucerchiato disegna tutte le trame offensive dei suoi. Trascinatore.

Ramirez 7: esordio nel derby  con gol, un bel segnale per Giampaolo che in altre occasioni gli aveva preferito Caprari.   (Barreto 6: entra nel secondo tempo e dà il suo contributo in un momento di difficoltà dei suoi compagni).

Quagliarella 7: il suo gol è un premio per una partita di sacrificio e grande intensità, sempre più leader e punto di riferimento di una squadra che sogna in grande .

Zapata 7: uomo ovunque dell’attacco blucerchiato. Fa salire la squadra  e mette le sue impronte nel derby con gli assist per Ramirez e Quagliarella.

Giampaolo  7: nuovo capolavoro, azzecca l’inserimento di Ramirez dal primo minuto e conquista il terzo successo consecutivo nel derby numero 115. La sua squadra, perfetta nell’organizzazione del gioco e nella compattezza tra i reparti, è in piena zona Europa League .
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA