Osservatorio, la Roma è la regina del mercato con 26,8 milioni spesi

Martedì 2 Febbraio 2016 di Redazione Sport
La Roma è la squadra ad aver investito maggiormente nel mercato di riparazione, al termine della sessione invernale la società giallorossa ha speso 26,80 milioni di euro chiudendo il bilancio trasferimenti con un passivo di -7,60 milioni a fronte di 19,20 milioni in entrata. Sono i dati sulla sessione di mercato che si è conclusa ieri forniti dall'Osservatorio Calcio Italiano sulla base del database online Transfermarkt. Per la Roma il valore di mercato degli acquisti è pari a 60,58 milioni mentre il corrispettivo delle cessioni è di 50,15.

Molto attivo sul mercato anche il Napoli, la società partenopea ha speso 9,65 milioni chiudendo il bilancio trasferimenti con un passivo di 7,65, 2,00 i milioni in entrata. Per gli azzurri il valore di mercato degli acquisti è stato pari a 7,18 milioni mentre il corrispettivo relativo le cessioni è di 12,65. Seguono nell'ordine Sassuolo, Udinese, Fiorentina e Juventus. Gli emiliani hanno speso 9,30 milioni di euro chiudendo il bilancio trasferimenti con un passivo pari a -8,80, entrate pari a 500mila euro. I friulani hanno concluso il mercato invernale con un saldo negativo di -8,20 milioni a fronte di 8,20 di investiti per valore di mercato degli acquisti pari a 26,05 milioni.

I viola hanno invece investito 6,35 milioni con 8,30 milioni di entrate e un saldo positivo finale pari a 1,95 milioni. Chiusura in negativo, invece, per i bianconeri, passivo di 6,00 milioni a fronte di 6,00 milioni in uscita. È dell'Inter il miglior saldo invernale. I nerazzurri chiudono il mercato di riparazione con un attivo pari a 13,50 milioni con 2 milioni in uscita e 15,50 in entrata. Trend positivo anche per Genoa, +11,10 milioni, 14 milioni in entrata e 2,90 in uscita, Atalanta, +10,50 milioni per 13 milioni in entrata e 2,50 in uscita, e Chievo, +9,50 milioni, dovuti interamente dalla cessione di Alberto Paloschi allo Swansea City.

Il Sassuolo è la squadra che ha investito maggiormente nei giovani. L'età media degli acquisti della società neroverde è di 20.8 anni (Sensi 20, Trotta 23, Rogério 18, Alberto Aladje Gomes 22, per un valore di mercato totale pari a 5,78 milioni di euro). Segue il Napoli con una media età pari a 20.9 (Grassi 20 anni, Regini 25 anni, Gnahoré 22 anni, Tutino 19 anni, Lasicki 20 anni, Radosevic 21 anni, Prezioso 19). Al termine del mercato invernale il valore totale delle rose di Serie A ammonta a 2,51 miliardi di euro. Il numero complessivo dei giocatori è pari a 540, dei quali 305 sono stranieri, 56,5%.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"La signora che non può mangiare la ricotta perché..."

di Pietro Piovani