Le pagelle: Milik protagonista, Meret è una sicurezza

Sabato 19 Ottobre 2019 di Pasquale Tina
Una delle tante parate di Meret
NAPOLI
Meret 6,5 - Provvidenziale nel primo tempo, quasi spettatore in campo nella ripresa.
Malcuit 6 - Tante sofferenze in avvio, poi stringe i denti e si rimette in carreggiata.
Koulibaly 6 - Rimedia subito un giallo, che non lo condiziona: a tratti trascina i compagni.
Manolas 6,5 - Lazovic lo brucia con una finta, per il resto chiude tutti i varchi.
Di Lorenzo 6,5 - Altra ottima prestazione in un ruolo non suo, dopo aver debuttato in Nazionale.
Callejon 6 - Prestazione diligente, senza troppi acuti ma con grande concretezza.
Allan 6,5 - Fa a botte con i dirimpettai del centrocampo, uscendone spesso vincitore.
Fabian 6,5 - Inventa il gol di Milik e sfiora anche il raddoppio: determinante.
Younes 5,5 - Ancelotti si aspettava di più, invece costruisce poco.
Milik 7,5 - Ritrova i gol e chiude la partita con una bella doppietta da centravanti vero.
Insigne 6,5 - La cosa più bella della sua serata è la splendida punizione che innesca il 2-0.
Zielinski 6 - Entra in campo e dà lo strappo che serve a chiudere la partita.
Mertens 6 - Manca per un pelo (anzi, un palo) l'aggancio a Maradona.
Llorente n.g. - Pochi minuti in campo, giusto un rodaggio in vista della Champions.

HELLAS VERONA
Silvestri 6,5 - Ci mette una pezza in diverse circostanze, incolpevole sui due gol.
Rrahmani 5 - Il peggiore della difesa del Verona: lento, impacciato e poco reattivo.
Kumbulla 6 - Non sfigura contro avversari di grande spessore: da tenere d'occhio.
Gunter 6 - Parte bene, per poi accusare una leggera flessione nella ripresa.
Faraoni 5,5 - Quando attacca è pericoloso, in fase difensiva invece denota impacci.
Veloso 5,5 - Meno efficace del solito sulle situazioni a palla inattiva, il suo punto di forza.
Amrabat 6 - Gioca un primo tempo sopraffino, nella ripresa finisce ingabbiato.
Lazovic 6 - Spina nel fianco del Napoli nella prima parte, un grande Meret gli nega il gol.
Pessina 6 - Vicino alla rete nel primo tempo, scompare un po' dal match nel secondo.
Zaccagni 6 - Gioca un buon primo tempo, misteriosa la sua sostituzione decisa da Juric.
Stepinski 5,5 - Unica punta del Verona, gioca in realtà pochissimi palloni.
Salcedo 5,5 - Prende il posto di Zaccagni facendone sentire la mancanza.
Di Carmine 5,5 - Non è ancora al meglio e si vede: quasi non tocca palla.
Tutino n.g. - Pochi minuti in campo nello stadio che sogna un giorno di far suo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma