Roma, Alisson da applausi: Nainggolan corre per due

Domenica 4 Marzo 2018 di Alessandro Angeloni
2
dal nostro inviato
NAPOLI Sacrificio e tecnica. Il trionfo di una squadra che si sta ritrovando.
ALISSON 7,5
Una notte all’improvviso, quattro parate strepitose su Insigne. Ma dove è la notizia? Custode. 
FLORENZI 7
In ritardo su Mario Rui (nell’azione del vantaggio del Napoli), disorientato inizialmente dalle giocate di Insigne, ci mette un po’ per trovare le giuste misure. Spinge appena può. Morbido e preciso il cross per la testa di Dzeko. Il secondo tempo sale in cattedra e non sbaglia niente. Salva un gol sulla linea. 
MANOLAS 6,5
Mettere una pezza in scivolata, come ha fatto lui su Zielinski, è segnare un gol. Serata piena di affanni e scatti, gestiti con molta concentrazione e sicurezza.
FAZIO 6,5
È il lato elegante della difesa. Lui gioca d’anticipo e porta avanti il pallone e tappa l’ultima falla. L’ammonizione gli farà saltare il Torino.
KOLAROV 6,5
Non concede granché, Callejon si materializza in una sola occasione. Dove ha perso è nella spinta, che resta costante ma poco incisiva.
NAINGGOLAN 7,5
Palla dolce per Perotti in avvio, millimetrica quella sulla corsa di Under (gol dell’1-1), poi mille corse e lotte. Sdentato (si scherza eh), ma attento. Più Ninja che mai. 
DE ROSSI 6,5
Fatica a fare densità tra le linee, dove spesso Mertens va a prendersi il pallone. All’inizio sono dolori, ma riesce a prendere in mano la squadra. E portarla al successo. Saggio.
STROOTMAN 7
Raccoglie il pallone (uno dei tanti) e riavvia l’azione che porta al pari di Under. Quello, ma non solo quello. Fatica e si sacrifica, con discreta qualità nelle giocate offensive. Piano piano...
UNDER 7
Segna subito ed è un gol miracoloso e prezioso, perché consente alla Roma di pareggiare. Un altro graffio. Per poi piano piano evaporare. Capita, è ragazzino.
DZEKO 8
Va in pressing e ruba qualche pallone in mezzo al campo. Sembra la solita partita al servizio della squadra, invece te lo vedi in volo sopra la statua di Albiol e segnare il 2 a 1, poi rifilare un sinistro bollente al povero Reina. Un trionfo, tutto insieme. Adesso, rompetegli le scatole. E’ tornato. Ma il giallo lo terrà fermo venerdì col Toro.
PEROTTI 7
Non ha il tempo di scaldarsi che si mangia un gol di testa, a un metro da Reina. Cresce nella ripresa. Cresce talmente tanto che segna il gol del trionfo.
GERSON 6
Dà una mano a Florenzi.
PELLEGRINI NG
Non un granché il retro-passaggio ad Alisson.
EL SHAARAWY NG
Entra per la festa.
DI FRANCESCO 8
Solito primo tempo all’altezza. Il secondo tempo meglio del primo. Decide lui, la vittoria è anche sua.
MASSA 6
Sempre deciso. Ultimo aggiornamento: 17:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Una mattina in ospedale a leggere libri ai bimbi malati

di Pietro Piovani