Napoli-Lecce: Ospina incerto, Koulibaly delude. Lapadula implacabile

Napoli-Lecce: Ospina incerto, Koulibaly delude. Lapadula implacabile
di Pasquale Tina
2 Minuti di Lettura
Domenica 9 Febbraio 2020, 17:41

NAPOLI -
Ospina 5 - Subisce tre gol e in almeno un paio potrebbe fare di più. In compenso evita ulteriori guai.
Di Lorenzo 5 - Torna a giocare nel suo ruolo, a destra, e paradossalmente è meno brillante del solito.
Koulibaly 5,5 - Spaesato, evanescente, prova a giocare da solo anziché di reparto: un mezzo disastro.
Maksimovic 5,5 - Rientra dopo una lunga assenza e non sembra ancora al meglio della condizione.
Rui 6 - Parte benissimo, come tutta la squadra, poi accusa un calo vistoso. Ma almeno lotta fino alla fine.
Lobotka 5 - Nel primo tempo non copre a sufficienza, ragione per cui Gattuso lo sostituisce dopo l'intervallo.
Demme 5,5 - Un passo indietro rispetto a Genova. Qualche errore di troppo, anche se è l'ultimo a mollare.
Zielinski 5 - Troppi errori in zona gol, soprattutto nel primo tempo. E anche dopo, non è abbastanza lucido.
Politano 6 - Un paio di spunti interessanti, non premiati nei compagni. Esce dal campo dopo un'ora, stremato.
Milik 5,5 - Segna un gol quasi per sbaglio, dopo averne divorato un paio. Ma forse c'era rigore su di lui.
Insigne 5 - Grande generosità, ma non è concreto in zona gol: ed esce a un quarto d'ora dalla fine.
Mertens 6 - Dà la scossa alla squadra con il suo ingresso, ma non basta.
Callejon 6,5 - Entra e dà equilibrio ai suoi, trovando anche un gol che però serve a poco.
Lozano 5,5 - Gattuso gli regala un quarto d'ora, non riesce a trovare il guizzo vincente.

LECCE
Vigorito 6 - Non deve compiere particolari prodezze; sbaglia una sola uscita e Milik lo grazia.
Rispoli 6 - Ci mette l'esperienza quando occorre, non soltanto in fase difensiva.
Lucioni 6 - Essenziale, concreto, bada al sodo e fa bene in una partita del genere.
Rossettini 6,5 - Il Lecce incassa due reti, ma fa comunque un figurone.
Donati 6 - Pericoloso nelle incusioni offensive, soffre un po' quando deve difendere.
Majer 6 - Macina chilometri e lascia il campo stremato a metà ripresa.
Deiola 6 - Ricama, lotta e combatte, giocando di spada oltre che di fioretto.
Barak 6,5 - Mette la calamita al pallone e lo nasconde ai mediani avversari, avviando più di un contropiede.
Saponara 6,5 - A tratti immarcabile, ci mette lo zampino nel primo gol e anche in quelli successivi.
Falco 7 - Dribbling, tiri in porta, assist: un signor giocatore, spina nel fianco per i difensori.
Lapadula 7,5 - Realizza una doppietta d'alta scuola e nel finale si sacrifica anche a protezione del risultato.
Petriccione 6 - Prende il posto di Majer e garantisce muscoli nel finale di partita.
Mancosu 6,5 - Trasformazione magistrale la sua, nonostante la distanza siderale.
Paz n.g. - Pochi minuti in campo per lui, quando c'è da lottare nel recupero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA