Napoli, Insigne: «A San Siro espulso per i fatti di Koulibaly»

Napoli, Insigne: «A San Siro espulso per i fatti di Koulibaly»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Gennaio 2019, 13:20

«Se a San Siro contro l'Inter non fosse successo ciò che è successo a Koulibaly, non credo che io mi sarei fatto espellere. A volte per il nervosismo perdo un pò la testa, so che devo controllarmi di più». A un mese dalla gara di San Siro contro i nerazzurri Lorenzo Insigne e il Napoli tornano al Meazza per sfidare il Milan: l'attaccante azzurro, in un'intervista a Dazn, ricorda così il rosso rimediato in quella gara segnata nello stadio dai cori razzisti a Koulibaly e fuori dagli scontri che portarono alla morte di Belardinelli. «Higuain? Non lo sento da tempo, domani non ci sarà. Ha fatto la sua scelta, in bocca al lupo» dice dell'ex compagno di squadra al Napoli che ha appena lasciato il Milan, destinazione Chelsea. Quanto ad Ancelotti, Insigne racconta di avere «un ottimo rapporto, lui ce l'ha con tutti. Ho sempre voluto lavorare con lui, perché ha vinto tanto e l'ho sempre stimato. Il cambio di ruolo? Me lo propose dopo la sconfitta contro la Samp, è stata una sua intuizione e io mi sono messo subito a sua disposizione». Il folletto del Napoli dice di volersi tenere stretto il numero 24 di maglia («la data di nascita di mia moglie»): «Sono molto scaramantico, mi ha portato fortuna. La 10 di Maradona? Mi tengo il 24 che porta bene e spero di rimanere tanto nel cuore della città da far ritirare un giorno anche la 24». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA