Il Napoli affonda, Gattuso con i rinforzi cerca la svolta. A cominciare dd domani in Coppa Italia

Lunedì 13 Gennaio 2020 di Pasquale Tina
Rino Gattuso (foto Rosi)
Il sapore resta amaro. La prestazione contro la Lazio non è servita ad evitare la sconfitta, la terza nelle quattro partite della gestione Gattuso. Il Napoli sicuramente è in crescita, ma adesso ai complimenti vanno accompagnati i punti. Gli azzurri sono scivolati al decimo posto in classifica. I numeri sono abbastanza eloquenti: una vittoria nelle ultime undici partite e una zona Champions ormai lontanissima. L’Europa League può ancora essere un obiettivo alla portata, ma Gattuso pensa soltanto alla svolta immediata. Qualche progresso c’è stato, ora bisogna anche raccogliere: domani il Perugia in Coppa Italia e sabato la Fiorentina possono davvero rappresentare le gare verità. In casa Napoli c’è un cauto ottimismo senza però dimenticare che la famosa scintilla ancora non c’è stata. Gli errori individuali cominciano a diventare una montagna difficile da scalare: dopo le tre disattenzioni che hanno spianato la strada all’Inter, sabato ci ha pensato Ospina a regalare ad Immobile il gol dell’1-0. Evidentemente la soglia della concentrazione deve diventare più alta. È necessaria una continuità per novanta minuti per fare risultato. Gattuso è convinto della strada intrapresa e potrà puntellarla con i rinforzi che De Laurentiis gli ha regalato sul mercato. Diego Demme e Stan Lobotka garantiranno forza al centrocampo: il tedesco sarà disponibile già contro il Perugia e dovrebbe essere convocato. Ieri ha svolto il suo primo allenamento al centro tecnico di Castel Volturno. Gattuso dovrà decidere se fare un po’ di turnover e dare spazio a Luperto, Elmas e magari Lozano, oggetto misterioso di questa prima parte della stagione.
OBIETTIVO COPPA
La Coppa Italia può trasformarsi in un obiettivo concreto per il Napoli, l’ultima ancora per aggrapparsi all’Europa e cancellare i cattivi pensieri delle multe che rappresentano ancora una ferita tra la società e il gruppo dei giocatori. Gattuso è intenzionato a sanarla ma è fondamentale accelerare per salvare la stagione e garantirsi anche la conferma per il prossimo anno. «Voglio restare l’allenatore del Napoli». Per questo motivo è ancora a caccia di rinforzi. Il terzino sinistro resta una priorità e il greco Tsimikas ha il profilo giusto. Non è da escludere neanche Matteo Politano che consentirebbe a Gattuso di schierare un esterno di piede mancino sulla fascia destra. Llorente ha richieste ma il Napoli sta pensando di trattenerlo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma