Napoli, Gabbiadini fatica ma aspetta la chiamata per la firma sul rinnovo. Klose, decisione entro pochi giorni

Lunedì 17 Ottobre 2016 di Eleonora Trotta

Riflessioni di campo e sul mercato. Due giorni dopo il ko contro la Roma, caratterizzato anche dalla deludente prestazione di Gabbiadini, in casa Napoli è ancora d'attualità il tema degli svincolati. Un capitolo aperto dopo l'infortunio di Milik, poi chiuso per l'assenza di soluzioni ritenute valide e ora di nuovo discusso. Le scelte di Sarri hanno infatti riacceso la spia delle emergenze. L'attaccante bergamasco è stato sostituito dopo soli 56' per dare spazio a Mertens falso nueve; una soluzione che lo stesso tecnico toscano potrebbe riproporre pure in occasione del doppio impegno settimanale contro Besiktas e Crotone. “Nessuna bocciatura ma solo un cambio di modulo”, il commento di Sarri, capace di stroncare pubblicamente l'ex Samp spiegando “Purtroppo questo infortunio è capitato lontano dal mercato”.

RISPUNTA KLOSE
Aspettando gennaio, quando De Laurentiis potrebbe tornare così ad investire, è rispuntato il nome di Klose. Sarri vorrebbe un finalizzatore bravo nel gioco aereo come il bomber tedesco, l'unico in questo momento realmente sondato per un inserimento in corso. Dopo l'operazione del centravanti polacco, il Napoli si è informato sulla eventuale disponibilità e condizione fisica dell'attaccante ora a Monaco. Una forma, per ovvi motivi, non al top dopo l'addio alla Lazio della scorsa estate. Ecco che in attesa di una chiamata dalla Cina, dall'America (prima scelta del calciatore) o magari proprio dall'Italia, Miro ha deciso di allenarsi con il Monaco 1860, disputando anche delle amichevoli. I prossimi confronti con De Laurentiis e match sul campo daranno indicazioni definitive al ds Giuntoli pronto, nel caso, a riallacciare i contatti con l'entourage del giocatore 38enne entro pochi giorni.
Arriveranno novità anche sul fronte Gabbiadini. L'accordo sul rinnovo del contratto fino al 2021 con ritocco dell'ingaggio, dai circa 1,4 a 2,8 milioni a stagione, resta in cassaforte fino alla convocazione per la firma. Ad oggi non risultano dietrofront, ma in vista di gennaio e di eventuali stravolgimenti dell'attacco azzurro non si possono escludere dei clamorosi cambiamenti. La scorsa estate l'ex Bologna è stato molto vicino all'Everton nonché protagonista di un possibile scambio con Kalinic della Fiorentina. La famosa prima punta, sempre più nei pensieri e desideri di Sarri.

Ultimo aggiornamento: 12:51