Montella e il futuro: «Se ci sarò dopo la sosta? Non lo so». Pradè: «Momento buio, valutiamo situazione»

Montella (foto MANCINI)
2 Minuti di Lettura
Sabato 21 Dicembre 2019, 00:00 - Ultimo aggiornamento: 00:03

«Dal punto di vista numerico la sconfitta non ci sta, la Fiorentina ci ha provato fino alla fine. C'era differenza ma siamo rimasti aggrappati al match fino al 3-1, e con un pò di fortuna potevamo anche raddrizzarla. Mi dispiace moltissimo» Lo ha detto l'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella, a Sky Sport. «Sarò qui dopo la sosta? Non lo so, se fin qui la società mi ha tenuto è perché pensa che si stia lavorando in un certo modo. La classifica non è in linea, certo, ma dico anche che è successo di tutti» ha aggiunto il tecnico.

«Ok i numeri, ma bisogna pure vedere le situazioni che capitano. Credo si possa fare di più, ma al netto dei calciatori siamo competitivi. Io ho voglia di lavorare e di invertire il trend. Abbiamo perso giocatori importanti là davanti, qualcuno è calato e ci sono poche alternative. Mi interessa però che la squadra sia convinta». «Manca un goleador? A fine mercato l'avevo detto. Quando si terminano le squadre bisogna vedere quanti gol hanno fatto i singoli calciatori nella storia per farsi un'idea di dove possa arrivare», ha concluso Montella. 

«Questo momento è durissimo - ha invece detto il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè in zona mista -. Ci scusiamo con i nostri tifosi. Ora dobbiamo analizzare, riflettere. Domani mattina ci incontreremo, sentiremo il presidente. Con Montella non ho ancora parlato, ho parlato con Commisso e mi ha detto che voleva un attimo riflettere: lui è una persona molto coerente, non ha mai mandato via nessuno ma capisce che siamo in un momento di difficoltà, con calciatori che non sono abituati a stare in queste situazioni». Sull'eventuale sostituto di Montella «è inutile adesso fare nomi - ha detto il ds -. Stanotte non dormiremo, dobbiamo prendere la decisione migliore per Firenze». Ai tifosi «avevo chiesto pazienza, però la pazienza ha un limite. Quello che dico a loro è che noi siamo qui per fare bene e costruire una Fiorentina competitiva: se ci sarà qualcosa sul mercato lo faremo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA