Monte ai piedi di Loreto Macciocca:
«I play off sono l’obiettivo primario»

Giovedì 6 Febbraio 2020 di Tiziano Pompili
In vetta al girone D di Promozione c’è il Monte San Giovanni Campano che sta provando a tornare nel massimo campionato calcistico regionale. A guidare l’attacco c’è il “nome noto” di Loreto Macciocca che compirà 36 anni il prossimo 12 febbraio, ma che sa ancora come incidere: 13 gol in campionato per l’ex punta dell’Ostiamare e del Città di Ciampino (tra le altre), l’ultimo dei quali realizzato nell’1-0 cui la formazione frusinate ha sbancato il terreno dell’Atletico Cervaro nello scontro diretto di domenica scorsa.
 
«E’ stata una partita durissima, in special modo nel secondo tempo quando gli avversari hanno spinto tanto costringendoci sulla difensiva – racconta Macciocca – Ma questa è una tendenza che abbiamo mostrato nel corso della stagione: fuori casa siamo più accorti, compatti, prudenti, mentre in casa giochiamo in modo molto aggressivo». La “somma” vale l’attuale primo posto davanti alla Lupa Frascati (-1) e al Ferentino (-3): «Domenica le due dirette concorrenti si sfideranno e per noi sarà ancora più importante vincere la gara interna che abbiamo contro il Tecchiena. Se riusciamo ad avere l’approccio giusto, in casa creiamo grandi problemi ai nostri avversari».
 
Il primo posto non era totalmente nei programmi del Monte San Giovanni Campano secondo quanto spiega Macciocca: «Sicuramente eravamo partiti per fare un torneo di vertice, ma più in ottica qualificazione-play off. Quello rimane l’obiettivo prioritario, poi vedremo dove riusciremo ad arrivare. Qui c’è un club serio e sano che non fa spese pazze e che ha prodotto un ambiente sereno». Per Macciocca il momento di appendere gli scarpini non sembra ancora essere vicino: «Al di là di qualche piccolo acciacco, mi sento ancora bene. E poi se mi rendo conto di poter ancora essere utile, la voglia di proseguire aumenta. L’Eccellenza? Un po’ mi manca, ma spero di tornarla a fare con questa maglia perché qui ho trovato la dimensione giusta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma