Milan, Maignan torna titolare con il Sassuolo. Pioli: «Ha bruciato le tappe, grande mentalità»

Il tecnico: «Sta bene, ha cominciato a lavorare con la squadra da sabato. È pronto, ha accelerato tantissimo perché ha una grandissima mentalità. Giocherà lui»

Milan, Maignan torna titolare con il Sassuolo. Pioli: «Ha bruciato le tappe, grande mentalità»
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Sabato 27 Novembre 2021, 14:21 - Ultimo aggiornamento: 14:22

Arrivano belle notizie dall’infermeria per il Milan. Maignan sarà titolare a San Siro contro il Sassuolo. Il francese ha bruciato i tempi e adesso è pronto a riprendersi il posto da titolare. Lo ha confermato Stefano Pioli, fresco di rinnovo di contratto fino al 2023 (con opzione fino al 2024): «Sta bene, ha cominciato a lavorare con la squadra da sabato. È pronto, ha accelerato tantissimo perché ha una grandissima mentalità. Giocherà lui domani. Tatarusanu ha fatto bene e sono contento di lui, ma da domani torna Mike. Tomori sta meglio ma non è pronto per domani, dovrebbe essere convocato per mercoledì prossimo (contro il Genoa a Marassi, ndr)».

Pioli: «Messias, una bella storia. E non finisce qui». Il brasiliano: «Dedico il gol a chi ha creduto in me»

Messias e gli obiettivi

Il Milan arriva dalla bella vittoria di Champions contro l’Atletico Madrid, che gli permette di giocarsi gli ottavi a San Siro col Liverpool il 7 dicembre, nel giorno di Sant’Ambrogio. Tutto grazie al gol di Messias, al primo centro nella massima competizione continentale: «Messias ha dimostrato in uno spezzone, ma me lo sta dimostrando in tutti gli allenamenti, che ha qualità. È una bella storia ma non una favola, è qui perché ha le qualità per stare qui, ci darà soddisfazioni. Ho fatto rivedere il gol alla squadra perché è importante gestire bene i palloni e poi riempire l’area, lui l’ha fatto molto bene». Sugli obiettivi della società, ha aggiunto: «Abbiamo gli stessi obiettivi, le stesse ambizioni. Vogliamo riportare il Milan nelle competizioni che merita, tornare competitivi per vincere lo scudetto e tornare in alto in Europa. Un processo di crescita che continuerà con giocatori di prospettiva, bravi, che potranno crescere con noi e che ci daranno soddisfazioni».

 

Il sorteggio dell'Italia

E sul sorteggio dell’Italia, che in caso di vittoria contro la Macedonia del Nord troverà una tra Turchia e Portogallo: «Meglio Calhanoglu o Cristiano Ronaldo? Io tifo per l’Italia, ha tutte le qualità per quello che hanno dimostrato Mancini e giocatori per arrivare ai mondiali. Dobbiamo tifare Italia tutti quanti. L’Italia giocherà per vincere perché ha i valori giusti, tiferemo per loro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA