MILAN

Milan, il Rio Ave è l'ultimo ostacolo. Pioli: «Servirà una gara d'alto livello»

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Salvatore Riggio

Come una finale, più di una finale. Domani sera in Portogallo, contro il Rio Ave, il Milan dovrà superare l’ultimo ostacolo prima del passaggio alla fase a gironi di Europa League. «Servirà una prestazione di livello», ha detto Stefano Pioli. Che dovrà fare a meno di Romagnoli (infortunato), Ibrahimovic (in isolamento dopo essere risultato positivo al Covid-19) e Rebic (squalificato e infortunato).
 
Milan. «Ci sono davanti 95’ nel quale dare il massimo e ottenere il massimo, i due preliminari ci hanno ben allenato ma anche i nostri avversari li hanno fatti. Dobbiamo contare sulle nostre possibilità, con tanto rispetto per degli avversari di buon valore».
 
Occasione di crescita. «Deve esserlo, dovremo dimostrare le nostre qualità di fronte a una squadra che ha vinto due partite in trasferta e sconfitto il Besiktas, un avversario non semplice. Squadra tecnica e che prende buone posizioni, servirà una gara di livello. Proveremo ad essere aggressivi per togliere loro il fraseggio, ma servirà allo stesso tempo essere lucidi per capire quando si dovrà essere attendisti».

Rio Ave. «Vuole comandare il match con il possesso palla. Dovremo evitare questo, essere aggressivi e farlo con lucidità».
 
Rafael Leao o Colombo. «Non ci sono solo loro. La scelta dipenderà da come vorremo giocare. Sono felice della disponibilità di Rafael Leao, ma si sta allenando da poco con noi. Deve migliorare la condizione, domani potrà fare uno spezzone».

Ultimo aggiornamento: 18:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA