Pioli cerca l'impresa contro il Liverpool: «Abbiamo curato tutti i dettagli». E il Milan si qualifica se...

Pioli cerca l'impresa contro il Liverpool: «Abbiamo curato tutti i dettagli». E il Milan passa se...
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Dicembre 2021, 14:30 - Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 09:46

Senza Rafael Leao, out per una «piccola lesione al bicipite femorale», il Milan affronta domani a San Siro il Liverpool. Si gioca l’ultimissima possibilità di qualificarsi agli ottavi e, tra l’altro, il suo destino è legato al risultato dell’altra gara del girone, Porto-Atletico Madrid. «Abbiamo giocato anche altre gare importanti e sono convinto che ne giocheremo tante altre. Ci siamo preparati bene, abbiamo preparato tutto nei minimi dettagli», ha spiegato Stefano Pioli in conferenza. «Sfortunati? Il Milan deve essere forte perché giocheremo contro una squadra che può vincere la Champions. Davanti non ci sarà solo Zlatan, più saremo imprevedibili e più potremo creare pericoli al Liverpool. Dovremo essere bravi a muoverci tra le linee. Dalla gara di andata abbiamo imparato tanto, sappiamo a che livello dovremo giocare per competere con loro. Siamo pronti, ci saranno i tifosi a spingerci, ci sono tutte le condizioni per fare bene». Però, gli infortuni muscolari sono diventati tanti: «Ci stiamo lavorando tanto. Il fatto che si giochi tanto può essere una motivazione. Stiamo cercando di fare di tutto per cercare di preservare i giocatori, di tutelarli, per questo sto facendo anche più rotazioni rispetto all’anno scorso. Ora dobbiamo stringere i denti, fino al 22 dicembre dobbiamo raccogliere il massimo che possiamo, poi sono sicuro la situazione migliorerà».

Milan, infortunio per Rafael Leao: lesione al bicipite femorale, salta il Liverpool

Il Milan si qualifica se…

Per passare il turno la squadra di Pioli deve battere i Reds e sperare che Porto-Atletico Madrid finisca pari. In questo caso, il Milan passerà agli ottavi come seconda dietro al Liverpool. Ma non c’è solo questa via. La seconda combinazione riguarda, infatti, il caso in cui dovesse vincere l’Atletico (la vittoria del Porto, ovviamente, chiuderebbe i giochi, con i portoghesi irraggiungibili a 8 punti). Il Milan vincente e la squadra di Simeone salirebbero assieme a quota 7 punti con anche gli scontri diretti in parità (1-2 dell’Atletico a San Siro, 0-1 del Milan al Wanda).

In questo caso si guarderà la migliore differenza reti generale tra le due squadre: il Milan al momento è a -2, Atletico a -3. Se la differenza reti dovesse essere pari, allora tocca ai gol segnati in tutte le partite del girone: al momento, Milan davanti con 5 gol fatti, Atletico dietro con 4. In caso di ulteriore parità, conteranno i gol segnati in trasferta in tutto il girone, e anche qui è davanti il Milan 3-2. Ultimo criterio eventuale sarebbero le vittorie in trasferta in tutto il girone, e qui i Colchoneros sarebbero davanti: attualmente 1 a 1, ma ovviamente con la vittoria contro il Porto, in Portogallo, l’Atletico supererebbe i rossoneri. Inoltre, in caso di successo il Milan avrebbe comunque la certezza di andare in Europa League. Un posto che avrebbe, teoricamente, anche pareggiando con il Liverpool (se l’Atletico non vince) e persino perdendo se il Porto batte l’Atletico e il Milan conserva il vantaggio sui madrileni nella differenza reti secondo criteri appena visti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA