Il Milan ritrova il sorriso: 3-1 al Frosinone con Jovic, Pulisic e Tomori. E Pioli scaccia i fantasmi dell'esonero

Il Diavolo si ritrova a -4 dalla Juventus e a -3 dall’Inter, in attesa della partita dei nerazzurri con il Napoli

Il Milan ritrova il sorriso: 3-1 al Frosinone con Jovic, Pulisic e Tomori. E Pioli scaccia i fantasmi dell'esonero
di Salvatore Riggio
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Dicembre 2023, 22:39 - Ultimo aggiornamento: 23:53

Manca ancora qualcosa a questo Milan per duellare per lo scudetto, ma la vittoria contro il Frosinone avvicina i rossoneri alla vetta. Grazie al primo gol in rossonero di Jovic e ai sigilli di Pulisic e Tomori, il Diavolo si ritrova a -4 dalla Juventus e a -3 dall’Inter, in attesa della partita dei nerazzurri con il Napoli. Per sopperire alle tante assenze in difesa, al centro con Tomori c’è Theo Hernandez. In attacco le assenze di Rafael Leao e Giroud si fanno sentire. Al posto del francese c’è Jovic, con Camarda in panchina. La prima occasione è dei rossoneri: fuga sulla sinistra di Musah, palla in mezzo, deviazione di Romagnoli che non inganna Turati. I tentativi del Diavolo, però, sono troppo prevedibili. Il Diavolo si rivede con una conclusione di Chukwueze dal limite, ma Okoli devia in angolo. Le occasioni non sono molte, ma la partita si accende nel finale. Errore di Tomori, grandissima occasione di Cuni, ma Maignan si salva in angolo. Capovolgimento di fronte e vantaggio del Milan: Loftus-Cheek per Chukwueze, palla in mezzo respinta goffamente da Romagnoli, sul pallone si avventa Jovic che firma il primo gol in maglia rossonera. Poi Pulisic sfiora il raddoppio con un diagonale. Lo statunitense si prende la sua rivincita a inizio ripresa, siglando il raddoppio su assist di Maignan. Un lancio che trova impreparata la difesa del Frosinone. Chiude Tomori con il tris. Nel finale si rivede Bennacer prima del gol della bandiera di Brescianini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA