Mihajlovic punzecchia il Bologna: «Non siamo da Europa, la società dica cosa vuole fare»

Martedì 14 Luglio 2020
È giorno di vigilia di Bologna-Napoli, a Casteldebole, ma per Sinisa Mihajlovic è già tempo di un primo bilancio e di guardare al mercato alle porte: «Bisogna fare di più. Siamo decimi, per l'Europa ci manca qualcosa. Non sono io a fissare gli obiettivi della società. La società dovrà dirmi cosa vuole fare, poi io mi comporterò di conseguenza. Sono ambizioso: a parte il cambiamento mentale, servono 2-3 investimenti, servono giocatori che mi somiglino. Restano sei partite per vedere e valutare giocatori e alla fine dirò quello che penso». Mihajlovic si mette avanti con i lavori, strigliando Skov Olsen, Svanberg e Orsolini: «Domani Skov Olsen giocherà titolare. Le possibilità gliele ho offerte, ora voglio che mi restituisca qualcosa indietro. Non sono contento di lui e questo discorso vale anche per Svanberg e Orsolini. Questi ragazzi devono darsi una svegliata». Si è svegliato il Napoli, dopo l'arrivo di Gattuso, ma questo Sinisa non aveva dubbi: «Lui ha il polso che serviva per rimettere ordine all'interno del Napoli. La squadra c'era e c'è. Rino ha fatto un grande lavoro, ma non ne sono impressionato, semplicemente perché conosco il valore suo e della sua rosa». Ultimo aggiornamento: 20:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA