Mercato Roma: spunta Sergio Romero per la porta, il Besiktas ci prova con Dzeko

Mercato Roma: spunta Sergio Romero per la porta, il Besiktas ci prova con Dzeko
di Gianluca Lengua
4 Minuti di Lettura
Domenica 6 Giugno 2021, 12:18 - Ultimo aggiornamento: 15:35

Dalla porta all’attacco, dalle cessioni agli acquisti. I nodi da sciogliere in casa Roma sono decine a partire dalla porta in cui Mourinho avrà a disposizione tre giocatori che non offrono garanzie: Olsen rientrerà dall’Everton, Pau Lopez ha deluso e Fuzato è acerbo per giocare titolare. Nella lista di nomi su cui sta lavorando il gm Pinto per rinforzare il reparto è stato inserito anche quello di Sergio Romero, un profilo che si va ad aggiungere a quelli di Lloris e Rui Patricio.

Il portiere 34enne del Manchester United è svincolato, da tempo fuori dal progetto Red Devils e può rappresentare un’occasione a basso costo. L’ex Samp a fine giugno sarà libero di firmare a parametro zero e avrebbe già delle proposte in Argentina da Racing e Boca, ma l’idea di essere allenato di nuovo dallo Special One potrebbe invogliarlo ad accettare. Prima, però, sarà necessario piazzare Olsen di ritorno dall’Everton che dopo l’addio di Ancelotti ha scelto di non riscattarlo. 

Mourinho: «All'Europeo osserverò i giocatori della Roma. L'Italia è tra le quattro più forti»

Mercato Roma: nodo attaccanti

Dalla porta all’attacco: Edin Dzeko ha ancora un anno di contratto a 7,5 milioni, una cifra fuori mercato nell’era Covid. La Roma non ha mai confermato la sua volontà a volerlo vendere, anzi, fa sapere che accetterà ogni sua decisione. Con l’arrivo di Mourinho, Edin potrebbe essere stimolato a intraprendere un percorso di rilancio, anche se il suo tempo nella capitale sembra essere scaduto.

In Turchia hanno sempre osservato il bosniaco da molto vicino e questa volta a farsi avanti sarebbe il Besiktas, ma il problema, come detto, è legato all’ingaggio: se Edin non accetterà una drastica riduzione, allora sarà impossibile trovare l’accordo. Intanto, Pinto guarda in casa Torino dove c’è Belotti: l’offerta è di 15 milioni, Cairo ne chiede 30.

Video

A centrocampo, Mourinho è alla ricerca di un calciatore da affiancare a Veretout, le caratteristiche richieste sono chiare: fisicità ed esperienza. Dalla lista è stato cancellato il nome di Sergio Oliveira, il presidente del Porto Pinto da Costa ha ammesso che la Fiorentina è in netto vantaggio: «I viola sono interessati». Resta in ballo Xhaka, che recentemente ha strizzato l’occhio al neotecnico della Roma, e Koopmeiners, anche se il nome nuovo è Lucas Moura, brasiliano classe ’92 del Tottenham che ha beneficiato dell'effetto Mourinho negli anni che il tecnico portoghese ha trascorso ad allenare gli Spurs («Non abbiamo fatto quello che dovevamo. L'allenatore è sempre quello che perde il posto, ma come giocatori eravamo noi in campo e non siamo riusciti a ottenere risultati per lui», ha svelato Doherty). Il suo stipendio è di 5,5 milioni, ma con il decreto crescita le spese d’ingaggio si abbasserebbero sensibilmente, mentre il costo del cartellino è di circa 25 milioni.

Mourinho, a Roma spunta il primo murale: lo Special One in Vespa come Gregory Peck

© RIPRODUZIONE RISERVATA