Lazio: Wesley in arrivo, per il centrocampo l'idea è Baselli

Martedì 4 Giugno 2019 di Daniele Magliocchetti
Daniele Baselli
Più occhi nel Belpaese che all’estero. Inzaghi vuole giocatori pronti, possibilmente da pescare in A. Due/tre colpi stile-Acerbi, soprattutto se dovessero andare via Milinkovic-Savic, conteso in Italia da Milan e Juve (rossoneri in leggero vantaggio) e Luis Alberto. Nessuna preclusione per i guizzi di Tare, di cui Simone si fida ciecamente e col quale ha già visionato diversi talenti in giro per l’Europa, tra questi c’è sicuramente Wesley. Un attaccante che il tecnico laziale voleva anche l’anno scorso. Tra Bruges e Lazio ci sono almeno quattro-cinque milioni di differenza, ma il ds laziale, forte dell’accordo col giocatore, è sicuro di limarla e chiudere l’operazione in breve tempo. Nella testa dell’allenatore ci sono due chiodi fissi. Il primo è in difesa ed è Izzo del Torino, ma per Cairo è incedibile visto che lo valuta oltre i 30 milioni di euro. Uno sproposito. L’altro è un centrocampista e sta sempre al Torino, Daniele Baselli. Su di lui qualche margine ci può stare, anche se si parte da una richiesta di quasi venti milioni di euro. Per lui, il tecnico sarebbe disposto a sacrificare Cataldi, ma trattare con Cairo resta complicato, anche perché con Lotito i rapporti non sono proprio idilliaci. Sui talenti occhio a Szoboszlai del Salisburgo, sul quale c’è la forte la Juve, anche se il club austriaco a breve potrebbe annunciare il rinnovo del contratto e la modifica della clausola rescissoria, passando da 25 a 60 milioni di euro. L’ultimo da monitorare è Teun Koopmeiners, mezzala dell’Az Alkmaar, olandese classe ’98. Il balletto è appena cominciato e c’è sinergia su tutto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma