Correa tenta il Liverpool: la crisi non scoraggia i Reds

Correa tenta il Liverpool: la crisi non scoraggia i Reds
di Alberto Abbate
2 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Aprile 2020, 09:30

Tucu di fioretto, ma anche di spade. Come l’anno scorso, nel finale: «Il gol al Milan è stato il più importante, ma anche quello contro l’Atalanta. Abbiamo vinto la Coppa Italia, ma quest’anno in Supercoppa è stato ancora più emozionante». Correa si confida su Instagram da settimane: «Alla Lazio sono cresciuto tanto, Inzaghi è riuscito persino a farmi rendere al meglio in un’altra posizione. Non vedo l’ora di tornare a giocare perché ormai questo gruppo è continuo e ha un’autostima enorme. Vogliamo vivere di nuovo un momento incredibile, puntare al tricolore». La Lazio spera di far scattare già martedì le visite. Joaquin scalpita, nel 2020 non è riuscito a esprimere tutto il suo valore, il polpaccio ne ha minato la condizione. Eppure non era mai stato comunque così alto il suo score: 7 gol in 22 gare, è l’ottavo argentino (a pari merito con Dybala e Di Maria) più prolifico del Vecchio Continente. Forse anche per questo s’intensificano le sirene. Già il Napoli s’era fatto sotto col suo entourage, adesso è il Liverpool a bussare. Klopp ne era rimasto estasiato nel 2017, quando il Tucu piegò col Siviglia i Reds. Tre anni dopo il talento di Correa è schizzato alle stelle. Anche per questo la Lazio lo ha blindato con una clausola rescissoria da 80 milioni, già depositata a settembre.

VICE-TUCU
L’obiettivo è trattenere tutti i big per la Champions nella prossima stagione. Il mercato tra l’altro, ai tempi del Coronavirus, comporterà logicamente una riduzione dei prezzi e delle spese. Lotito non intende svalutare i suoi campioni, ma “sacrificare” Correa potrebbe essere una clamorosa occasione. Non arriveranno infatti offerte superiori ai 100 milioni per Milinkovic da valutare. Se il Liverpool fosse invece disposto davvero a ragionare sulla clausola dell’esterno argentino, si potrebbe trattare. Perché il club inglese detiene ancora il 30% sulla futura rivendita di Luis Alberto, considerato incedibile ed essenziale per Inzaghi nel suo scacchiere. I Reds potrebbero così rinunciare a ogni pretesa sullo spagnolo e sborsare almeno 60 milioni per il Tucu: sarebbe comunque una clamorosa plusvalenza per un giocatore pagato due anni fa 16 (più tre di bonus) al Siviglia. La Lazio sta cercando comunque un vice-Correa: l’ex Keita si candida, Goetze è stato offerto (ma guadagna 5 milioni) a scadenza. Klopp aveva sondato il terreno pure per Immobile («Bisogna parlare con Lotito», ribadisce il manager Sommella), ma Ciro non si tocca. Poco importa che il 22enne colombiano Luis Suarez, bomber in prestito dal Watford al Saragozza, voglia prenderne l’eredità: «L’interesse della Lazio è il più forte e mi stuzzica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA