Marquinhos e Di Maria, rapine in casa mentre erano in campo: «Ladri violenti»

Marquinhos e Di Maria, case rapinate davanti alle famiglie: «Ladri estremamente violenti» Foto: Dazn
3 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Marzo 2021, 10:51 - Ultimo aggiornamento: 17:23

Ore terribili in casa Paris Saint-Germain. Le famiglie di Angel Di Maria e Marquinhos, attaccante e difensore del club francese, sono state vittime di rapine e violenze in casa mentre i due giocatori erano in campo nella partita contro il Nantes. La scena al Parco dei Principi inizialmente ha stupito tutti, poi è arrivata la ricostruzione dei media francesi: intorno alle 22.15 il direttore sportivo Leonardo si è avvicinato dagli spalti alla panchina e ha avuto un dialogo con Pochettino, raccontandogli i fatti. A quel punto l'allenatore ha sostituito Di Maria e l'ha accompagnato negli spogliatoi, dove l'argentino è stato aiutato dal club a raggiungere immediatamente la famiglia. 

Pochi minuti prima, nella sua casa di Parigi (che poi è di proprietà del romanista Javier Pastore), un furto che è stato definito «estremamente violento». La moglie del giocatore e i suoi figli erano presenti in casa ma non ci sarebbero stati faccia a faccia con i ladri. Nonostante questo la moglie era sotto shock e impaurita anche per le due bambine. Il danno è stimato in circa 500 mila euro. E non è la prima volta che Di Maria è vittima di furti in casa: nel febbraio 2015 c'era stato un tentativo di furto quando giocava nel Manchester United, ma in quel caso i ladri erano stati spaventati dall'allarme ed erano fuggiti.

Stessa scena negli stessi istanti - ma al momento la polizia non ha stabilito alcun netto tra i due fatti - in casa Marquinhos. Con risvolti ancora peggiori: secondo la polizia francese, il padre sarebbe stato colpito al petto e alla testa e poi «un parente sequestrato per circa 30' dai rapinatori». Anche in questo caso danno stimato in decine di migliaia di euro. 

A tranquillizzare i tifosi ci ha pensato lo stesso Marquinhos in un post sui social, in cui ha spiegato che «nessuno si è fatto male e tutti stanno tutti bene». La polizia giudiziaria di Versailles sta conducendo le indagini per far luce sugli eventi. «Ci sono situazioni extra sportive che vanno oltre il calcio. Bisogna tenerne conto - ha detto Pochettino dopo la sconfitta interna per 2-1 contro il Nantes -. Non è una scusa, ma ha causato un calo di energia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA