Lupa, in Coppa un’impresa a metà.
Sebastiani: «Se giochiamo così…»

Giovedì 12 Dicembre 2019 di Tiziano Pompili
La Lupa Frascati ha avuto un piede e mezzo nei quarti di finale di Coppa Italia di Promozione. Poi è uscito fuori tutto l’orgoglio del Ferentino, capace di rimontare dal 2-4 al 4-4 conclusivo. Un risultato che, comunque, va certamente bene anche ai tuscolani di mister Federico Pace che all’Otto Settembre potranno giocare con due risultati su tre a disposizione: «Eppure un po’ di rammarico è rimasto – dice l’attaccante classe 1999 Cristiano Sebastiani che ha segnato uno dei quattro gol frascatani, procurando anche un rigore e fornendo un assist per la rete di Ferri – Abbiamo giocato sul campo di una squadra forte che non a caso comanda il nostro girone di campionato, ma purtroppo non abbiamo gestito al meglio la situazione dopo essere arrivati sul 4-2. La qualificazione? Non voglio sbilanciarmi sulle percentuali, dico solo che giocando con l’intensità della sfida di ieri abbiamo ottime possibilità di approdare ai quarti di finale».
 
La Lupa è pronta a rituffarsi nel campionato col match interno di domenica contro il Giardinetti: «Dobbiamo vincere per metterci alle spalle la strana sconfitta di Colleferro di domenica scorsa dove tra l’altro ho trovato il mio secondo gol – rimarca Sebastiani che in Coppa invece è già arrivato a quota quattro – Un match che stavamo conducendo bene prima di spegnerci totalmente negli ultimi venti minuti».
 
L’obiettivo dei frascatani, che devono pure recuperare il match interno col Roccasecca, è abbastanza chiaro: «Nel gruppo c’è grande fiducia di poter arrivare in alto, pur sapendo che questo è un girone molto complicato, basti vedere le difficoltà di una squadra attrezzatissima come l’Atletico Torrenova». A dispetto di alcune voci, la Lupa Frascati non sta smobilitando a dicembre: «La società ha puntato su un gruppo di giocatori di parola. Il vero collante di questa squadra è mister Pace: ci conosce tutti e sa come farci rendere al massimo». Ultimo aggiornamento: 20:18


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma