Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lazio, Luis Alberto verso Siviglia: così può finanziare l’inizio della campagna acquisti. Milinkovic, nessuna offerta

Proseguono le ferie dei due giocatori, situazione in fase di stallo

Lazio, Luis Alberto verso Siviglia: così può finanziare l inizio della campagna acquisti. Milinkovic, nessuna offerta
di Valerio Marcangeli
4 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 07:36 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 13:15

Uno si gode il lago in montagna, l'altro il caldo della sua Spagna. Proseguono le vacanze di Milinkovic e Luis Alberto mentre la Lazio resta ferma sul mercato. Per sbloccarlo definitivamente la cessione di uno dei due sembra una delle poche possibilità. Per questo a Formello è scattato il momento delle riflessioni in un centrocampo che per ora ha visto solo la staffetta carioca tra Leiva e Marcos Antonio. In caso di addio, il più doloroso sarebbe quello di Milinkovic. Fosse per Sarri il numero 21 sarebbe la prima pietra della Lazio del futuro: «Il rischio di un nuovo anno zero c'è, ma nonostante ciò sarei contento di ripartire da Sergio». Difficile d'altronde rinunciare a una mezzala capace di correre più di tutti in squadra (11,664 km di media in campionato) e seconda solo a Immobile in zona gol: 11 centri e 11 assist.

Lazio, si riparte da Immobile. «Bello il percorso con Sarri». Ma ora serve un vice


SCADENZA 2024
Eppure in cuor suo il tecnico sa che per la società Sergej non è incedibile. Pesa quella scadenza nel 2024 che costringerà Lotito a venderlo per evitare sorprese. Perderlo a zero sarebbe un danno enorme, così il presidente ha già sondato il terreno per un rinnovo annuale seguito però da un muro da parte del calciatore e l'entourage. I rapporti restano buoni, ma Milinkovic sa che questa può essere l'estate giusta per spiccare il volo. C'è solo un ostacolo: le offerte mancanti. Dettaglio non da poco, soprattutto quando si parla di un calciatore valutato 70 milioni di euro. Per il patron resta questo il prezzo di partenza, ma non è da escludere che nel corso delle settimane le pretese possano abbassarsi. L'unica squadra a farsi avanti di recente è stato il Manchester United con l'intenzione di mettere sul piatto 55 milioni di euro, ma il nuovo tecnico Ten Hag sembra intenzionato a virare sul pupillo De Jong, già allenato all'Ajax. Le sirene della Premier League restano sempre accese per Sergej, ma a parte i sondaggi di Arsenal e Newcastle e l'interesse del Chelsea smentitoci da Tare, non ci sono nuovi sviluppi. Il sogno di Milinkovic è giocare la Champions da protagonista, ma per ora il Psg (che si era avvicinato qualche mese fa) e il Real Madrid non danno segnali.

Lazio, Lotito apre il mercato: i primi obiettivi restano Carnesecchi e Romagnoli


IL TENTATIVO
La scossa invece è arrivata a sorpresa da Siviglia, ma per Luis Alberto. Il club andaluso ha bussato alla porta di Lotito offrendo 16 milioni di euro. Un primo tentativo rispedito al mittente dal patron, ma in caso contrario Sarri non si sarebbe di certo strappato i capelli, anzi. Il Comandante ha sempre considerato importante il numero 10, ma il feeling non è scattato del tutto. Il Mago ci ha messo un po' a digerire i nuovi dettami tattici, ma alla fine ci è riuscito restando in panchina solo tre volte nel 2022. I 5 gol e gli 11 assist stagionali restano comunque un discreto contributo, ma con la sua partenza la Lazio potrebbe finanziare altri due colpi come Casale e il classe 2001 Ilic del Verona, chiesti a gran voce da Sarri. Pian piano si sta convincendo anche Lotito e la richiesta iniziale di 30 milioni si sta abbassando verso i 25, cifra limite (per ora) a causa del 30% destinato alle casse del Liverpool per la futura rivendita dello spagnolo. Difficilmente verrà concesso uno sconto maggiore per il classe '92, che intanto si rilassa sul lettino di casa nell'amata Siviglia, inaugura la sua scuola calcio nella città natale San José del Valle e si diverte con Reina e Patric a Ibiza. «Ho tanta voglia di tornare in Spagna, vediamo se lo farò presto», diceva Luis Alberto a febbraio. Chissà se andava preso in parola.
 

Milinkovic aspetta la chiamata giusta, il futuro di Sergej alla Lazio è in bilico

© RIPRODUZIONE RISERVATA