Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lazio, niente Valladolid per Luis Alberto: il "Mago" resta a Roma con Acerbi e Akpa Akpro

Lazio, niente Valladolid per Luis Alberto: il "Mago" resta a Roma con Acerbi e Akpa Akpro
di Valerio Marcangeli
2 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Agosto 2022, 14:47 - Ultimo aggiornamento: 7 Agosto, 11:23

Da pilastro a esubero? Potrebbe essere una metamorfosi tanto importante quanto breve quella di Luis Alberto, ormai fisso nella lista dei calciatori della Lazio sul mercato per sua volontà. Dopo le due assenze di fila per presunta febbre e le due sedute differenziate a Formello, il Mago non parte per Valladolid col resto della squadra. Altro colpo di scena per il numero 10 che conferma il mal di pancia emerso nei giorni scorsi nonostante le smentite di rito del club. Il centrocampista vuole lasciare la Lazio e stavolta non ci sarà spazio per passi indietro. Nella sua testa c’è solo il Siviglia, club e città del suo cuore. Il classe ’92 anche stamattina non si è visto in gruppo. Lavoro in palestra, poi il rientro a casa.

Lazio, Luis Alberto non parte con la squadra per Valladolid

Niente Spagna perciò, ulteriore segnale della voglia di partire anche se la Lazio non ha ancora ricevuto segnali da Siviglia. Il club andaluso ha appena piazzato Koundé al Barcellona per 50 milioni di euro. Secondo quanto riferito da Monchi, i primi passi sul mercato saranno i rinforzi per il reparto arretrato. Dopodiché si penserà alla fase offensiva, ma Lotito difficilmente si siederà al tavolo con un’offerta inferiore a 22 milioni di euro. Al momento è questa la cifra necessaria per convincere il patron a lasciar partire il classe ’92, mossa che sarebbe seguita all'istante dall’acquisto di Ilic del Verona a 15 milioni bonus compresi (13+2). Come accaduto per Grassau, anche altri due calciatori non partiranno col resto della squadra. Si tratta di Acerbi e Akpa Akpro. Negli ultimi giorni entrambi hanno lavorato in gruppo, ma restano ai margini della rosa e in attesa di sistemazione sul mercato. Per il difensore non si è ancora mosso nulla, ma dopo il passato interessamento del Monza, ad oggi l’opzione più probabile resta il ritorno alla corte di Inzaghi all’Inter, mentre piovono smentite sulla Juventus e lo scambio con Rugani. Per l’ivoriano nelle settimane precedenti qualche flebile interessamento c’è stato, ma nulla di concreto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA